Il ruolo del marketing digitale nell’incentivare l’engagement dei clienti

Redazione

Le aziende si pongono diversi obiettivi da raggiungere nel corso dell’attività professionale. Ovviamente il principale fine a cui arrivare è quello relativo alla crescita, dal punto di vista della diffusione del marchio e anche per ciò che riguarda l’aspetto economico. Tutte le imprese sperano in un aumento delle vendite, sia con la fidelizzazione dei clienti già esistenti che con l’acquisizione di nuovi. Come fare per trovare nuovi clienti, quindi? Attualmente, anche grazie alla diffusione delle nuove tecnologie, le possibilità per promuovere un brand sono veramente tante. Proprio l’utente ha un ruolo molto importante in questo processo e a questo proposito non si può non fare riferimento al concetto di engagement.

Il ruolo del marketing digitale ne incentivare engagement dei clienti
foto@Pixabay

Che cos’è l’engagement

Sono tanti gli strumenti a disposizione per il coinvolgimento. Nel mondo del digital marketing è sempre più importante riuscire a coinvolgere gli utenti attraverso strumenti come i social network. Al riguardo, una soluzione interessante potrebbe essere quella di affidarsi a un social network per aziende come quello offerto da SelfCommunity, uno dei più noti provider del settore, che permette di creare una pagina dedicata all’interno della propria organizzazione.

Ma che cosa si intende esattamente quando si parla di engagement? Si fa riferimento al fatto che un utente viene coinvolto nei contenuti pubblicati interagendo con essi. L’engagement si ha quando un utente riesce ad instaurare un rapporto con il brand e diventa un vero e proprio portatore di messaggi positivi nei confronti del marchio, rilasciando i suoi commenti e le sue opinioni.

È molto importante capire questo concetto, per comprendere fin dall’inizio come sia possibile poter ottenere il giusto engagement che abbia come obiettivo finale quello di aumentare le vendite di un’azienda.

Ma passiamo a fare qualche esempio più in dettaglio di applicazione dell’engagement specialmente nel settore del marketing.

Esempi di engagement marketing

Si è fatto riferimento fin dall’inizio ai social network. Per esempio, si può prendere in considerazione un gruppo Facebook, in cui gli utenti hanno la possibilità di condividere i loro pareri e di dare dei feedback su nuovi prodotti o servizi. Lo stesso si può dire per un post di un blog o per un video di YouTube. Anche in questo caso gli utenti hanno l’opportunità di inviare dei suggerimenti.

Spesso si ha la possibilità di creare maggiore engagement mettendo a disposizione contenuti di intrattenimento. Questi risultano davvero molto utili a seconda del settore di cui l’azienda si occupa, che, per similarità, può mettere a disposizione contenuti capaci di intrattenere il pubblico.

E poi non dimentichiamo le campagne social, quelle che siano particolarmente concentrati su dati temi. Per fare un esempio possiamo prendere quello di un brand di abbigliamento sportivo, che si concentra su alcune manifestazioni proprio a carattere sportivo a livello locale o, più ampiamente, a livello nazionale.

In questo modo i contenuti saranno sicuramente più condivisi e saranno soggetti a diversi modi di interazione.

Consigli per stimolare l’engagement

Esistono varie strategie per stimolare l’engagement e creare così una community online capace di focalizzarsi intorno ad un determinato brand. Basti pensare in questo senso alla forza dell’engagement contestuale.

Bisogna prima monitorare, attraverso delle statistiche ben precise, quelli che si configurano come i comportamenti degli utenti. Da questi dati poi si possono ricavare contenuti mirati, anche attraverso newsletter personalizzate.

Esiste pure quello che viene definito engagement emotivo. Infatti non si deve mai dimenticare come le emozioni trovino ampio spazio nelle strategie di marketing. Una buona strategia consiste nel far leva sui legami emotivi con i clienti per stimolare le loro emozioni e le loro reazioni più profonde, anche per stabilire un senso di fidelizzazione che nel tempo può portare a più vendite da parte dell’azienda.

Next Post

Fare l'università gratis all'estero? Ecco alcune opportunità

Al termine della scuola dell’obbligo, i giovani più intraprendenti cominciano da subito a pianificare il da farsi per iniziare una carriera lavorativa oppure universitaria. Questi ultimi puntano, spesso, ad espandere i loro orizzonti, pensando di aderire ai programmi di scambio internazionale o, in ogni caso, provando a vivere un’esperienza di […]
Fare universita gratis a estero Ecco alcune opportunita