Il Segreto, anticipazioni martedì 10 novembre

Come di consueto, anche oggi, martedì 10 novembre, il pomeriggio di Canale 5 ospiterà una nuova puntata di Il Segreto, con tante e nuove avventure per i nostri beniamini, che stanno vivendo un periodo molto delicato e triste delle loro vite.

la terribile e perfida Jacinta, in accordo con il dottor Lesmes, sta portando avanti il suo pianto di vendetta contro i figli di Tristan, morto per mano sua nell’ultima puntata della scorsa stagione. Questa volta i perfidi piani della ragazza sono rivolti ad eliminare definitivamente la rivale Aurora e sarà Lesmes che dovrà commettere l’omicidio.

Il dottore, incaricato quindi dell’omicidio dalla sua amante, si recherà alla villa di Aurora ma sarà qui sottoposto ad un attento e accurato interrogatorio proprio della giovane: la Castro, infatti, ha diversi dubbi e sospetti circa la sorella segreta e malata di Lesmes, chiedendogli quando potrà conoscerla di persona e diventarne amica.

Durante la loro conversazione, il medico avrebbe il tempo di avvelenare le tazzine di caffè portate in sala da Rosario, ma all’improvviso, mosso da compassione, rinuncia al piano e non versa le gocce di veleno. Jacinta scopre del cambiamento di programma del suo amante e si infuria, arrivando a prenderlo a schiaffi, per poi ordinargli di non dimenticare mai che a comandare è lei, e che il suo ordine è che lui uccida Aurora!

Conrado Buenaventura si convincerà ancora di più circa il coinvolgimento di Lesmes nella sparizione di Evaristo e Humberto: che sia il dottore il vero colpevole delle morti dei due poveri uomini?

L’unica buona notizia arriva dall’arrivo di Nicolas: l’uomo, avvertito da Quentina, è tornato in paese per star vicino alla sua amata Mariana in un momento così difficile per la sua famiglia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Flavia Vento il segreto della sua rinascita spirituale

Sembra lontano anni luce il periodo degli eccessi e delle trasgressioni: oggi…

Barbara D’Urso, niente reality show in prima serata

A dir la verità già da subito Dagospia aveva insinuato qualche dubbio:…