Intelligenza artificiale, se ne parla all’Università dell’Insubria di Varese

Eleonora Gitto

All’Università dell’Insubria a Varese si parla di intelligenza artificiale.

Si è tenuto un importante seminario all’Università dell’Insubria dal titolo: Intelligenza della Macchine e Neural Computing.

Il seminario è stato introdotto dalla professoressa Elisabetta Binaghi, grande esperta di queste materie, la quale ha tenuto a sottolineare che “l’intelligenza artificiale non è più un argomento di nicchia, ma un mainstream”.

“Questo interesse per l’intelligenza artificiale è antichissimo, sin dai tempi degli antichi Greci, come i servi meccanici del Dio Vulcano, tecnicamente dei veri e propri automi, o le macchine di Erone d’Alessandria. Questo interesse è poi proseguito nel tempo, dal Golem della tradizione ebraica, ai robot umanoidi di Leonardo, fino agli scrivani del XIX secolo”.

“Non tutti sono d’accordo sulla definizione di Intelligenza Artificiale, ha poi proseguito la professoressa Binaghi.

E’ una macchina che ha una propria coscienza o semplicemente simula un comportamento intelligente?”.

Ma le cose da allora si sono evolute a tal punto che si parla di neural computing, vale a dire di intelligenze artificiali che sono in grado di simulare le reti di neuroni del cervello umano; quindi sono in grado di imparare dalla propria memoria.

Può definirsi questo un atteggiamento razionale? Forse lo è davvero.

Next Post

JJ Abrams trarrà una serie horror dai libri di Stephen King

Dopo il grande successo di 22/11/63, Hulu torna a lavorare con la Bad Robots di J.J. Abrams e Stephen King  con Castle Rock, misterioso progetto di cui non si sapeva assolutamente nulla, prima del tweet della Bad Robot di J.J. Abrams con un link youtube che svela qualche dettaglio in più. Per quelli che […]