Joseph Carey Merrick: La vera storia di Elephant Man

Si chiamava Joseph Carey Merrick, un bambino apparentemente sano, nato da Mary Jane e Joseph Merrick a Leicester, in Inghilterra, il 5 agosto 1862.

I suoi genitori avevano attribuito lo sviluppo della pelle bitorzoluta e grigiastra nella sua prima infanzia a sua madre che era stata colpita da un elefante da fiera mentre era incinta.

Nonostante l’aumento delle deformità fisiche, tra cui lo sviluppo di grumi ossei sulla fronte, Joseph ebbe un’infanzia relativamente normale. Ad un certo punto della sua infanzia, una caduta causò la rottura di un’anca, provocandogli una zoppia permanente.

Nel 1873, quando Merrick aveva appena 11 anni, sua madre morì di una polmonite bronchiale, in seguito lui descriverà questa scomparsa come la “più grande tristezza della mia vita.

Suo padre si sposò poco meno di un anno dopo, e Merrick lasciò la scuola per cercare lavoro, alla fine trovando un lavoro in una fabbrica di sigari.

Ma nel giro di due anni, la sua mano destra era diventata talmente deforme che non poteva più fare il lavoro e fu costretto ad andare via. Suo padre, che aveva una merceria, ottenne la licenza di venditore ambulante, provando così a mandare in strada Merrick per vendere i prodotti del suo negozio.

A questo punto, però, le deformità di Merrick erano così estreme, soprattutto nel proferire le parole, che la gente aveva paura di lui e non era in grado di capirlo.

Quando un giorno suo padre lo picchiò duramente per non aver guadagnato abbastanza soldi, Merrick decise di andare a vivere con uno zio per poco prima di diventare residente al Leicester Union Workhouse all’età di 17. anni.

Nel 1884, Merrick decise di cercare di approfittare delle sue deformità e di sfuggire alla vita all’ospizio, provò a contattare Sam Torr, il proprietario di una sala musicale di Leicester chiamata “Palace of variety”, e insieme parteciparono ad uno spettacolo in uno show di “stranezze umane“.

Merrick fu presto esposto come “The Elephant Man, Half-Man, Half-Elephant” ovvero “Uomo elefante, metà uomo metà elefante” con un grande successo a Leicester e Nottingham prima di viaggiare a Londra nel mese di novembre.

Indossava un mantello e un velo per nascondere le deformità in pubblico, ma era spesso molestato dalla folla mentre viaggiava. A Londra, la mostra Elephant Man era ospitata di fronte al London Hospital ed era spesso visitata da studenti e medici interessati alle condizioni di Merrick.

Merrick alla fine fu invitato da un chirurgo di nome Treves a recarsi nel suo ospedale per essere visitato. I risultati dell’esame di Treves dimostrarono che, a quel punto, le deformità di Merrick erano diventate estreme.

La sua testa misurava 36 centimetri di circonferenza e la mano destra 12 pollici di polso. Il suo corpo era ricoperto di tumori, e le sue gambe e l’anca erano così deformi che doveva camminare con un bastone, ma in fin dei conti era stato trovato in buona salute.

Treves visitò Merrick in ospedale negli anni successivi e scoprì che le sue condizioni si erano fortemente deteriorate. A questo punto, Merrick era quasi totalmente sfigurato, con protrusioni ossei e gonfiore dei tessuti morbidi che coprivano gran parte del suo corpo.

Merrick amava spesso citare una poesia dello scrittore Isaac Watts: ‘E’ vero, la mia forma è qualcosa di strano, ma non date la colpa a me è colpa di Dio“.

Joseph Merrick morì inaspettatamente l’11 aprile 1890, all’età di 27. anni. A causa delle dimensioni della sua testa, aveva per tutta la vita dormito seduto in piedi, con la testa fra le ginocchia. La causa ufficiale della morte è stata l’asfissia a causa della sua testa che gli ha distrutto la trachea, anche se Treves, che ha sezionato il corpo, confermò che Merrick era morto per il collo slogato.

Si è sempre pensato che Merrick, che doveva dormire seduto a causa del peso della sua testa, avesse cercato di dormire sdraiato, per “essere come le altre persone” ipotizzando che fosse morto per il midollo spinale schiacciato.

Treves organizzò dei calchi realizzati con il corpo di Merrick, prendendo persino dei campioni di pelle. Oggi si pensa che Merrick abbia subito la sindrome di Proteus. La sua vita è stata oggetto di numerose opere, film e libri.

fonte@GPSML

Loading...
Potrebbero interessarti

Che tipo di personalità abbiamo? Lo rivela la nostro foto profilo

Che cosa rivela della tua personalità, l’immagine del profilo social? Gli esperti…

5 anni fermato dalla stradale, guidava una Lamborghini

Lunedì un poliziotto, che ha fermato un’auto con un sospetto “guidatore in…