La Francia in rivolta contro il caro benzina

Redazione

I consumatori italiani sono abituati, rassegnati, ai prezzi alle stelle di benzina e diesel, ma non si può dire lo stesso di quelli francesi che, dinanzi all’ennesimo rincaro, hanno deciso di scendere in piazza.

Sono scesi in piazza sabato e tornati a protestare domenica contro l’aumento delle accise sui carburanti contenuto nella Finanziaria 2019 di Macron i cosiddetti “Giubbini Gialli”: la protesta del movimento nato sui social network è salita ben oltre le previsioni.
Durante le proteste è morta persino una manifestante, investita da una donna.

Secondo il ministro, la conducente, che stava portando la figlia dal medico, è stata colta dal panico quando i manifestanti hanno preso a battere le mani sulla vettura e a quel punto la donna ha premuto sull’acceleratore. In stato di choc, è stata fermata dalla polizia.

Tensione anche a Parigi dove la polizia ha arrestato un uomo mentre i manifestanti sfilavano sugli Champs-Elysees, chiusi al traffico.

Next Post

Chemioterapia per 5 anni: uomo era sano dal principio

La chemioterapia, ad oggi, è tra le armi più efficaci per la lotta al cancro, ed infatti sono milioni le persone che sono riuscite a guarire proprio grazie a questo approccio terapeutico. Terapia però molto invasiva, dagli effetti collaterali anche gravi, che va somministrata solo quando è indispensabile, cosa che […]