La Francia in rivolta contro il caro benzina

I consumatori italiani sono abituati, rassegnati, ai prezzi alle stelle di benzina e diesel, ma non si può dire lo stesso di quelli francesi che, dinanzi all’ennesimo rincaro, hanno deciso di scendere in piazza.

Sono scesi in piazza sabato e tornati a protestare domenica contro l’aumento delle accise sui carburanti contenuto nella Finanziaria 2019 di Macron i cosiddetti “Giubbini Gialli”: la protesta del movimento nato sui social network è salita ben oltre le previsioni.
Durante le proteste è morta persino una manifestante, investita da una donna.

Secondo il ministro, la conducente, che stava portando la figlia dal medico, è stata colta dal panico quando i manifestanti hanno preso a battere le mani sulla vettura e a quel punto la donna ha premuto sull’acceleratore. In stato di choc, è stata fermata dalla polizia.

Tensione anche a Parigi dove la polizia ha arrestato un uomo mentre i manifestanti sfilavano sugli Champs-Elysees, chiusi al traffico.

Potrebbero interessarti

Esodo di Mosè, arriva la conferma della datazione al radiocarbonio

Per l’esodo biblico, raccontato nelle antiche scritture, ci sarebbe la prova della…

Ufo, il 29 aprile a Bacoli si svelano gli “Enigmi Alieni”

Il 29 aprile 2017 a Bacoli, comune vicino a Napoli, ci sarà…

Natale, perché addobbiamo l’albero?

Ogni anno, puntualmente, per celebrare al meglio le festività natalizie, compaiono ad…

Papa Francesco manda a casa il capo delle Guardie svizzere: troppo severo e sfarzoso

Papa Francesco ha deciso di mandare a casa il colonnello Daniel Rudolf Anrig,…