La sonda Juice volerà con pannelli solari Made in Italy

Eleonora Gitto

I pannelli solari che monterà la sonda europea Juice, saranno Made in Italy.

Il gruppo Leonardo-Finmeccanica ha annunciato che sta per realizzare a Nerviano un mega generatore a pannelli solari che porterà Juice su Giove.

Il gruppo, infatti, ha firmato il contratto con Airbus Defence & Space, la seconda azienda spaziale mondiale che ha l’incarico di costruire la sonda europea.

La missione di Juice sarà di svelare i misteri di Giove e delle sue lune ghiacciate Ganimede, Callisto ed Europa.

Per questo suo viaggio spaziale la sonda si servirà del generatore fotovoltaico più grande dell’esplorazione del Sistema Solare.

Il mega generatore sarà formato da 10 pannelli solari che copriranno una superficie di 97 metri quadrati. Juice volerà a circa 750 milioni di chilometri dal Sole.

La missione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), in cui l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) è una delle grandi protagoniste, sarà lanciata nel 2022 e raggiungerà Giove nell’ottobre 2029.

Per alimentare la sonda, Leonardo userà celle solari all’Arseniuro di Gallio, un cristallo che converte la luce solare in corrente elettrica, ottimizzate per condizioni di bassa intensità di illuminazione e bassa temperatura.

In questo modo i pannelli potranno fornire energia anche quando la luce solare (a causa della grande distanza) sarà meno di un venticinquesimo di quella che arriva sulla Terra, e il pannello solare sarà a una temperatura di -230°C.

Next Post

David Bowie, la sua collezione d’arte andrà all’asta

Dalla chitarra ad un ciocca di capelli: qualsiasi cosa appartenuto a David Bowie ha un valore non solo sentimentale, e sono tanti quelli che si affrettano a mettere in vendita i preziosi cimeli, quindi chissà quanto si riuscirà a ricavare dalla collezione d’arte della star, che già di suo ha […]