La verità sull’unico superstite del volo fantasma MH370

L’unica persona sopravvissuta alla catastrofe del volo MH370 ha pilotato l’aereo per ore.

Il co-pilota dell’ MH370 potrebbe aver volato da solo per ore dopo la morte di tutti gli altri a bordo, ha affermato un esperto di aviazione.

Il mistero circonda ancora la storia del volo mortale che è scomparso dalla sua rotta, nel percorso tra la Malesia e la Cina nel 2014 con 239 passeggeri oltre all’equipaggio a bordo.

Ora la scrittrice Christine Negroni ha suggerito che la tragica fine del jet potrebbe essere stata causata da un’improvvisa depressurizzazione della cabina che ha ucciso tutti a bordo.

Crede che il capitano del Boeing 777, Zaharie Ahmad Shah, fosse stato in pausa lasciando il co-pilota Fariq Abdul Hamid ai comandi.

L’improvvisa mancanza di ossigeno avrebbe ucciso tutti i passeggeri e l’equipaggio nel giro di 15 minuti, tuttavia, Hamid si è salvato dagli effetti devastanti della totale mancanza di ossigeno, perché si trovava nella cabina di pilotaggio.

Ma l’ipotesi è che, mentre il co-pilota in effetti è riuscito a sopravvivere, il cervello, che aveva bisogno di maggiore ossigeno, lo avrebbe portato a fare una serie di scelte bizzarre mentre tentava una missione di salvataggio.

Alla fine, non sarebbe stato in grado di fermare la discesa finale in mare, che gli investigatori ritengono sia da qualche parte nell’Oceano Indiano.

L’autore di “The Crash Detectives: Indagine sui più misteriosi disastri aerei del mondo“, ha dichiarato al Daily Star:

L’ossigeno disponibile per i passeggeri era di circa 15 minuti, quindi i passeggeri erano tutti morti, non c’era possibilità che fossero rianimati, erano morti molto prima che quell’aereo sprofondasse nell’oceano“.

Nulla di ciò che questo pilota ha fatto, dopo che l’aereo ha evidenziato il problema di depressurizzazione, aveva senso. Per me, quando un pilota fa qualcosa che non ha senso, è un indizio molto forte che ovviamente non è in se“.

E ciò che rende insensibile un pilota è l’ipossia“.

La scorsa settimana, l’ex investigatore aereo Larry Vance ha suggerito che l’incidente fosse un “omicidio-suicidio“.

fonte@Mirror Online

Loading...
Potrebbero interessarti

La storia di Robert, la bambola indemoniata

La bambola donata nel 1906 da Eugene “Gene” Otto, si dice indemoniata.…

Onu, la Convenzione sui diritti dell’infanzia compie oggi 25 anni

Nel 1989 veniva approvata la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.…