La vita era presente prima su Marte e poi sulla Terra

Redazione

Le molecole organiche che hanno permesso la vita, erano presenti su Marte circa 4,5 miliardi di anni fa, secondo una nuova ricerca.

La vita era presente prima su Marte e poi sulla Terra
foto@depositphotos.com

Sebbene questi importanti componenti possano aver colpito la Terra più o meno nello stesso periodo, è stato sul Pianeta Rosso che la vita ha trovato le sue condizioni più favorevoli.

La Terra e Marte fanno parte del sistema solare interno, che consiste di quattro pianeti rocciosi e una cintura di asteroidi. Poco dopo la loro formazione, questi pianeti terrestri subirono un pesante bombardamento quando una pioggia di asteroidi colpì il sistema solare interno.

Queste rocce si sono mescolate con la crosta della Terra e di Marte e il movimento delle placche tettoniche sul nostro pianeta ha portato al fatto che questi antichi meteoriti sono scesi nelle viscere del pianeta. E la superficie di Marte non era più così immobile, cioè le pietre che si sono schiantate contro il pianeta in un lontano passato rimangono in superficie e possono essere studiate.

Dopo aver analizzato 31 meteoriti marziani, gli autori dello studio hanno cercato di rispondere a una serie di domande fondamentali sulla loro origine. Ad esempio, fino ad ora, gli scienziati non hanno determinato se questi asteroidi provenissero dal sistema solare interno o esterno o se trasportassero materiale organico che potrebbe consentire la nascita della vita.

Utilizzando misurazioni degli isotopi di cromo, i ricercatori hanno identificato i meteoriti come condriti carboniose provenienti dal sistema solare esterno. Sulla base della prevalenza di tali rocce su Marte e del fatto che il ghiaccio costituisce tipicamente il 10 percento della loro massa, gli autori hanno calcolato che questi antichi impatti hanno portato su Marte abbastanza acqua da coprire l’intero pianeta con uno strato d’acqua di 307 metri.

Sorprendentemente, è noto che anche le condriti carboniose del sistema solare esterno hanno trasportato molecole organiche come gli amminoacidi nel sistema solare interno. Questi composti sono essenziali per la formazione del DNA e probabilmente hanno fornito le materie prime che hanno permesso l’inizio della vita.

In questo momento, Marte è stato bombardato da asteroidi pieni di ghiaccio. Questo è accaduto nei primi 100 milioni di anni dell’evoluzione del pianeta“, ha spiegato l’autore dello studio, il professor Martin Bizzarro.

Un altro aspetto interessante è che gli asteroidi trasportavano anche molecole organiche che sono biologicamente importanti per la vita“.

Tuttavia, mentre le condizioni su Marte possono essere state ideali per la vita in questa fase iniziale, lo stesso non si può dire per la Terra.

Dopo questo periodo, è accaduto qualcosa di catastrofico per la potenziale vita sulla Terra”, afferma Bizzaro.

Si ritiene che ci sia stata una gigantesca collisione tra la Terra e un altro pianeta delle dimensioni di Marte. È stata una collisione energetica che ha modellato la Luna e allo stesso tempo ha spazzato via tutta la vita potenziale sulla Terra“.

Tutti questi risultati indicano che la vita probabilmente aveva maggiori possibilità di prosperare su Marte che sulla Terra durante gli anni formativi del sistema solare interno.

Fonte@Esoreiter.ru pubblicato sulla rivista Science Advances.

Next Post

Antifurti per gli alimenti, come cambierà la nostra spesa

La foto di alcuni prodotti alimentari per bambini con una sorta di antifurto, ha fatto il giro del web. L’immagine pubblicata che mostrava dei prodotti alimentari per bambini con un antifurto proviene dalla Grecia, ma il ministro dello Sviluppo ha sottolineato che si tratta di una misura che si sta […]
Antifurti per gli alimenti come cambiera la nostra spesa