L’umanità deriva da una razza aliena?
umanita deriva da una razza aliena

Il passato avvolto nel mistero. Quali segreti paranormali sono nascosti dall’alba dei tempi: gli dei, lo sviluppo dell’umanità, forse anche l’attività extraterrestre? Zecharia Sitchin ha combinato tutti e tre gli elementi nella sua spiegazione per le origini umane, una spiegazione supportata da antichi miti e scritti sumerici.

Zecharia Sitchin è nato in Azerbaigian, è cresciuto in Palestina, ha conseguito una laurea in economia presso l’Università di Londra, è stato redattore e giornalista in Israele e infine si è trasferito a New York, dove ha lavorato come dirigente per una compagnia di navigazione.

Dai suoi studi sui miti sumeri e sul cuneiforme, ha sviluppato idee sorprendenti e originali sulle origini dell’umanità, idee che ha condiviso nel suo libro “Il dodicesimo pianeta“.

Le ipotesi di Sitchin poggiavano su una base legata ad un intervento extraterrestre per influenzare in modo significativo la storia umana antica. Sitchin basava le sue idee sulla cosmologia babilonese e sui miti della creazione in cui un dio trionfava su una dea nella creazione del mondo; gli dei che avevano seguito la dea furono costretti a lavorare per il resto della vita, fino a quando il dio che aveva trionfato uccise il marito della dea e usò il suo sangue per creare l’umanità.

Sitchin iniziò con antichi documenti mesopotamici che indicavano la conoscenza di un pianeta oltre Nettuno che segue una lunga orbita ellittica, raggiungendo il sistema solare interno ogni 3600 anni.

Combinando la sua conoscenza della cosmologia babilonese e dei miti della creazione, Sitchin ipotizzò che i miti della creazione derivavano da quel pianeta.

Tuttavia, Sitchin dichiarò che era in gioco molto di più di semplici miti sull’origine. Sosteneva che il pianeta oltre Nettuno era la patria di una razza extraterrestre avanzata, indicata nel mito sumero come Anunnaki.

Sitchin stima che gli Anunnaki siano arrivati ​​per la prima volta sulla Terra circa 450.000 anni fa, come spedizione coloniale alla ricerca di minerali e oro, che hanno estratto in Africa. Tuttavia, erano insoddisfatti delle loro condizioni di lavoro e presto si ammutinarono.

Secondo l’interpretazione di Sitchin della mitologia sumera, questo è ciò che ha portato alla creazione dell’umanità. Quando gli Anunnaki divennero insoddisfatti delle loro condizioni di lavoro, progettarono geneticamente i primi umani da una croce di geni Homo erectus e geni extraterrestri.

Il risultato, l’Homo sapiens, lavorava come schiavo nelle miniere d’oro e riveriva gli Anunnaki come i loro dei e creatori. Quando l’umanità si espanse e la civiltà cominciò a sorgere in Sumer (nell’attuale Iraq moderno), fu sotto la guida di questi “dei“.

Non si sa esattamente cosa abbia portato alla caduta della città; documenti antichi lo descrivono solo come un “vento malvagio“. Sitchin ipotizzava che questo “vento malvagio” fosse in effetti una guerra nucleare a seguito tra fazioni di Anunnaki.

Nonostante la popolarità delle teorie di Sitchin, rimane un po ‘di scetticismo. Un’importante area di critica si basa sul maestro della lingua sumera di Sitchin. Quando imparò il cuneiforme e iniziò a tradurre antichi documenti, c’erano pochissimi che sapessero leggere la lingua sumera.

Tuttavia, i recenti sviluppi hanno portato a maggiori lessici che sono più ampiamente disponibili; sulla base di tali testi, altri hanno affermato che ci sono inesattezze nelle interpretazioni di Sitcin.

I critici hanno anche affermato di prendere le citazioni dal contesto o di troncarle per supportare le sue opinioni e interpretazioni. “Le prove vengono presentate in modo selettivo e le prove contraddittorie vengono ignorate“, ha affermato il professor Ronald Fritze, autore di un libro su pseudo-scienza, storia e religione.

Oltre a sfidare le sue interpretazioni, altri hanno messo in dubbio la conoscenza di Sitchin della storia della lingua sumera; per esempio, Sitchin affermò che tutte le lingue antiche derivano dal sumerico.

In effetti, secondo Roger Wescott, professore di antropologia e linguistica, il sumerico è noto come una “lingua isolata”, nessuna chiara relazione con qualsiasi lingua di famiglia conosciuta. Pertanto, come lingua isolata, non vi era alcun modo in cui le lingue antiche o moderne ne potessero derivare.

Le interpretazioni di Sitchin sulll’antica cosmologia sumera sono state accolte con scetticismo. Sitchin interpreta gli antichi testi sumeri per leggere che la civiltà all’epoca aveva la conoscenza di dodici “pianeti”, gli otto con cui abbiamo familiarità, più il Sole e la Luna, Plutone, e l’ultimo è il pianeta al di fuori di Nettuno che entra nel sistema solare su un’orbita ellittica.

L’interpretazione di Sitchin della mitologia sumera basata su una collisione planetaria, tuttavia, è un po ‘più accettata. Questa teoria della “collisione planetaria” ricorda una teoria degli astronomi moderni, una teoria in cui la Luna è stata creata a causa di una massiccia collisione di un corpo con la Terra.

Tuttavia, le moderne teorie astronomiche differiscono dalle teorie di Sitchin per quanto riguarda sia i dettagli che i tempi; e gli astronomi che contemplano l’esistenza del “Dodicesimo Pianeta” che esistevano sui postulati di Sitchin, hanno ammesso diverse ragioni per cui credono che la sua esistenza sia improbabile.

I critici hanno affermato che un pianeta esistente su tale orbita, trascorrendo la maggior parte del suo tempo nello spazio profondo, difficilmente formerebbe un’atmosfera favorevole alla creazione di extraterrestri simili all’uomo. Oltre al problema della mancanza di luce dovuta allo spazio profondo, il pianeta non avrebbe creato un’atmosfera densa per sostenere la vita.

Sebbene ci siano molte obiezioni e critiche alle teorie di Sitchin, le sue idee conservano un fascino seducente. È impossibile sapere cosa sia realmente accaduto all’alba dei tempi e il duro lavoro di Sitchin ha rivelato una possibilità che potrebbe essere supportata da documenti storici.

Fino a quando non saranno sviluppati metodi più precisi per dimostrare o smentire le sue teorie, le sue idee rimangono una possibilità allettante che esista la vita extraterrestre e abbia interagito con l’umanità.

Loading...
Potrebbero interessarti

Wiko, disponibile in Italia il suo View con display borderless

Amate i prodotti Apple e Samsung ma non siete disposti a sborsare…

Galileo, il 15 dicembre al via il sistema GPS europeo

Il 15 dicembre prende il via il sistema GPS europeo Galileo. Non…