Marsiglia, anche una dispersa italiana sotto i palazzi caduti

Redazione

Ore che scorrono lentissime queste a Marsiglia, ore terribili in cui si scava senza sosta per non perdere la speranza di trovare ancora qualche superstite.

Nelle scorse ore sono infatti crollati due vecchi palazzi, situati in uno dei quartieri più popolari di Marsiglia.

Uno dei due era stato dichiarato inagibile per pericolo crolli una decina di giorni fa. L’altro, invece, era abitato da una decina di famiglie. Testimoni parlano di un boato, seguito da un’immensa nuvola di fumo.

Sotto le macerie è già stato trovato il corpo senza vita di un uomo, prima vittima del crollo. I soccorritori continuano a scavare nella speranza che ci siano sopravvissuti. Ma gli scomparsi darebbero diversi, e tra questi anche una ragazza italiana.

Simona Carpignano, questo sarebbe il nome della giovane, viveva al numero 65 di rue d’Aubagne. Secondo quanto riportato dall’Huffington Post, Simona è una 30enne originaria di Taranto che si era trasferita a Marsiglia per cercare lavoro.

Pare che i genitori della ragazza siano già partiti da Taranto per raggiungere la città dove la figlia viveva da qualche mese.

pic@Reuters

Next Post

Usa, le sanzioni per ora non toccano l’Italia

Non ci possiamo cullare sugli allora, dato che l’unica certezza riguarda solo i prossimi sei mesi, ma per ora si può tirare un sospiro di sollievo: l’Italia è tra gli otto Paesi esentati temporaneamente dal rispetto delle sanzioni all’Iran. Ad annunciarlo è stato il segretario di Stato americano Mike Pompeo. […]