Messico, Chupacabra uccide uomo di 56 anni?

Redazione

In Messico, i residenti sono rimasti sconvolti dopo il ritrovamento di un tassista fatto a pezzi. L’evento ha causato vero e proprio panico tra la gente del posto, perché non si sa quale animale abbia potuto fare qualcosa del genere.

L’incidente ha costretto i residenti a chiedere alle autorità locali di chiudere le scuole fino a quando non sarà catturato l’animale che ha potuto fare questo. Il corpo del 56enne Melchor Anselmo Delgado è stato trovato il 1 marzo.

Il leggendario Chupacabra uccide un uomo in Messico? (foto@Flickr)

L’uomo aveva deciso di andare a visitare la casa sulle rive del lago Avandaro nella città di Valle de Bravo. Alla fine, non è tornato a casa.

La famiglia Melchor ha scoperto prima una giacca e poi parti del corpo, aveva un gran numero di ferite da taglio e sembra siano state chiaramente infiltte tramite denti e artigli.

La polizia ha confermato che molto probabilmente l’uomo è stato ucciso da un animale non ancora identificato.

Secondo alcune versioni, un branco di cani avrebbe potuto ucciderlo, ma le ferite non sembrano provocate da morsi di cane. Alcune ferite erano di artigli lunghi 7 cm.

I dubbi dei parenti del defunto sono stati confermati da un esperto che ha fatto notare come ferite simili sono spesso inflitte da leoni o tigri, ma ovviamente nessuno dei suddetti animali vive in Messico.

La gente del posto crede che il chupacabra abbia ucciso l’uomo. Colui che presumibilmente incontrò, a suo tempo, questa bestia parlò di enormi artigli.

Next Post

Coronavirus: Distanziamento, uomo trova un trucco ingegnoso

Con l’Italia tra i più colpiti dall’epidemia COVID-19, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha raccomandato alle persone di impegnarsi in quella che chiama “distanza sociale” – l’atto di mantenere almeno un metro di distanza da qualcuno che tossisce o starnutisce. Un cittadino romano ha trovato un modo unico per imporre il distanziamento […]
Coronavirus Distanziamento uomo trova un trucco ingegnoso