Mostra una tavola piena di pasta, si può mangiare senza piatti
Mostra una tavola piena di pasta scatta quasi una rivolta sul web

Una donna è diventata virale per il video del suo “tavolo di pasta al pascolo“, il suo concetto di “piatto“, alquanto stravagante, ha diviso gli spettatori, con alcuni che non hanno negato che la cosa li faceva venir voglia di “vomitare“.

Hai mai visto una tavola di pasta al pascolo?

Così lo ha definito una donna sui social, con grande indignazione degli utenti.

La donna, di nome Erin, ha condiviso un video della sua creazione su TikTok .

Nella clip, dice: “Avete sentito parlare del tavolo dei nacho, ecco il tavolo della pasta“.

Procede a stendere la carta stagnola su un tavolo da pranzo, prima di coprire la superficie con diversi tipi di pasta cotta e fette di pane all’aglio – affinché le persone possano aiutarsi per mangiare.

Il video ha attirato molta attenzione, essendo stato visto più di un milione di volte.

Nell’era del coronavirus e del distanziamento sociale però, le persone che hanno visto la clip non sono rimaste ben impressionate e hanno pensato che fosse un modo sicuro per diffondere i germi.

@mike_kachowski_

Y’all have heard of ##nachotable I raise you pasta table ##fyp ##college ##pasta

♬ CEO of speaking French – c.est.bon.bon

Una persona ha commentato: “Questa si chiama diffusione della tabella completa dei virus“.

Covid-19 è entrato in chat“, ha scritto un secondo.

Un altro ha detto: “Quindi adesso ci dimenticheremo per sempre dei piatti?

Altri erano generalmente contrari all’idea, dicendo che li faceva venire voglia di “vomitare“.

Mia nonna si rivolterebbe nella tomba se lo facessi“, ha commentato un quarto.

Qualcun altro ha risposto senza mezzi termini: “Sto per vomitare“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Il Papa non aprirà ai preti sposati

Proprio ieri avevamo parlato del Vaticano e di come, negli ultimi anni,…

Se la prende con la sorella: Tuo figlio sarà vittima di bullismo per colpa tua

“La bambina di mia sorella sarà vittima di bullismo per il nome…