Napoli, donna violentata nell’ascensore della circumvesuviana

Si può subire violenza in pieno pomeriggio, con decine di telecamere e migliaia di persone intorno ignare di quello che sta avvenendo?

Purtroppo sì, ed è accaduto nella provincia napoletana, dove è nuovamente emergenza criminalità e microcriminalità.

La violenza si è svolta intorno alle 18 del giorno di Carnevale, nella stazione della circumvesuviana di San Giorgio a Cremano: una giovane di 24 anni ha preferito l’ascensore alle scale per risalire in strada, ma proprio qui è stata accerchiata e stuprata da tre uomini.

La giovane, che abita a Portici, è stata trasportata all’Ospedale Villa Betania in stato di shock. Alcuni testimoni l’hanno trovata in lacrime, coi vestiti strappati, seduta su una panchina, mentre cercava di raccontare al telefono, alla propria madre, cosa le fosse successo.

Non ha fornito una descrizione dettagliata dei suoi aguzzini, che non si sa neppure di che nazionalità siano o se la ragazza li conoscesse almeno di vista, ma in stazione sono presenti numerose telecamere, di cui gli inquirenti stanno già visionando le immagini.
“Questi vigliacchi saranno presi.

Meritano una punizione esemplare. Nessuna pietà”, ha fatto sapere Umberto De Gregorio, presidente dell’Eav, la holding regionale che gestisce la Circumvesuviana. “Il nostro personale e le nostre telecamere sono a disposizione e stanno collaborando attivamente minuto per minuto con le forze dell’ordine”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Val Di Susa, ricominciano gli scontri tra Polizia e No Tav

Dopo qualche settimana di calma apparente, dove con certezza i rancori non…

Giubileo, ritirate oltre 3500 false benedizioni papali vendute ai pellegrini

Le Fiamme Gialle del I Gruppo di Roma hanno sequestrato circa 3.500…