Noleggio furgoni: come organizzarlo e come risparmiare
Noleggio furgoni come organizzarlo e come risparmiare

Diverse sono le situazioni per cui si può avere la necessità di noleggiare un furgone, a cominciare dall’organizzazione di un trasloco, o per un trasporto ingombrante “una tantum”, o ancora per un’improvvisa sostituzione del proprio mezzo in avaria. In ogni occasione, non è del tutto facile barcamenarsi nella scelta dell’affitto temporaneo migliore, sia nei confronti del modello che della spesa.

Una delle soluzioni più interessanti, a riguardo, è il noleggio low cost, una formula ideale per risparmiare, in virtù di condizioni online davvero competitive. È sempre importante, però, prima di sottoscrivere il contratto, verificare con attenzione ogni caratteristica, come spieghiamo brevemente di seguito.

Regola nr. 1: scegliere una compagnia “Rent a car” affidabile

Può sembrare banale, ma sottolinearlo non fa mai male: quando si tratta di scegliere un furgone a noleggio, l’ideale è verificare le offerte di società di leasing temporaneo di collaudata fama e professionalità. Può capitare, infatti, di essere incuriositi da offerte speciali, sconti strabilianti, promozioni incredibili, proposte da piccole compagnie poco conosciute, di cui si ignorano esperienza e professionalità.

Pur nel dovuto rispetto del lavoro e serietà di ogni professionista, in questo caso si suggerisce di orientarsi su brand conosciuti, come ad esempio Van4you, azienda specializzata nel noleggio di furgoni e veicoli commerciali in tutto il Paese. Van4you presenta una flotta di veicoli commerciali in grado di soddisfare ogni esigenza e ogni tasca, con tariffe low cost, ma anche con soluzioni di noleggio personalizzabili, anche grazie ai tanti servizi accessori abbinabili al puro affitto del mezzo, nonché un semplice metodo di prenotazione, altra caratteristica importante. Le sedi sono sparse in tutta Italia, è possibile usufruire del servizio di noleggio furgoni a Lodi come a Pescara, a Ciampino come a Rovato, ecc.

Regola nr. 2: verificare la capacità di carico necessaria

Identificata la compagnia a cui affidarsi, passiamo alla scelta vera e propria del furgone che, ovviamente, dovrà soddisfare le reali necessità di trasporto del cliente. Inutile, infatti, decidere di affittare un furgone enorme se le merci da trasportare non sono eccessive, così come, viceversa, sarebbe ridicolo avere a disposizione un mezzo non totalmente capace per il servizio che deve assicurare.
L’ideale, specie per spostarsi con maggiore dimestichezza nel traffico cittadino, sarebbe un minivan, ma se i carichi non sono così ridotti da poterselo permettere, meglio optare direttamente su un furgone a passo medio, ideale anche, per esempio, per trasportare merci voluminose e pesanti, come alcuni mobili. Il costo, va da sé, sarà adeguato di conseguenza.

Regola nr. 3: calcolare il prezzo

E proprio di costi, dunque, è il caso di parlare ora, per verificare la possibilità di risparmiare ma, al tempo stesso, non farsi accecare da scontistiche esagerate, che potrebbero rivelarsi inadeguate. Le principali variabili, in questo caso, sono essenzialmente:

• La categoria del furgone
• La durata del noleggio, considerando il periodo giornaliero, week end, settimanale o mensile
• Il chilometraggio
• Eventuali Km extra

Come spesso succede, anche nel caso del noleggio, in proporzione, per un tempo più prolungato, la condizione risulta più vantaggiosa: molto spesso in caso di clienti convenzionati, è possibile usufruire di condizioni molto interessanti nel lungo termine, con prezzi speciali fissati per tutto l’anno.

Non solo, però, le variabili elencate determinano il prezzo, che viene completato anche:

• Dall’importo dell’assicurazione, verificando cosa comprende, e consultando eventuali penali previste, per esempio, per la mancata riconsegna nei tempi previsti, o in una sede diversa da quella stabilita
• Dalla limitazione della quota di addebito danni e furto, che potrebbe essere ridotta o persino eliminata.
• Infine, il prezzo dipende anche dai servizi accessori, diversi a seconda delle esigenze, e prenotabili direttamente online o in agenzia, al momento del ritiro.

Loading...
Potrebbero interessarti

Il simulatore di morte, permette di vivere la morte, la cremazione e la rinascita

Il primo simulatore di morte che consente ai visitatori di sperimentare la…

Malesia, la città di Kuantan diventa come Marte

Il pianeta rosso non è solo nella nostra galassia e nel nostro…