Occhi rossi in piscina? Non è colpa del cloro ma della cloramina

Redazione

Che la piscina non è considerato un luogo “molto” igienico è chiaro a tutti ma pochi, o forse nessuno, sa di preciso quanto una piscina può essere considerato poco igienico. Gli occhi della maggior parte delle persone che si recano in piscina, dopo essere venuti in contatto con l’acqua, diventano rossi e ciò che abbiamo sempre creduto è che tale arrossamento sia dovuto al cloro presente nell’acqua. Ma ecco che, dal rapporto annuale sulla piscine del Centers for Disease and Control Prevention degli Stati Uniti, è emerso che a causare gli occhi rossi dopo una bella nuotata in piscina, non il cloro ma la cloramina.

“Non è il cloro stesso che fa venire gli occhi rossi, ma il cloro mescolato con cacca e sudore, ed un sacco di altre cose che entrano in contatto in acqua con noi. Può anche far colare il naso ai nuotatori, ed indurli a tossire”, sono state le parole espresse da Michela Hlavsa, capo programma di nuoto sano del CDC. Nello specifico, quando parliamo di cloramina facciamo riferimento ad una “particolare” sostanza che viene a crearsi quando il cloro contenuto in qualsiasi piscina entra in contatto con l’azoto delle urine.

Questa sostanza irritante potrebbe anche non essere presente nell’acqua delle piscine, ma solo se tutti coloro che frequentano tali posti perdano l’abitudine di urinarvi all’interno.

Next Post

Annalisa Scarrone, da Amici al cinema con "Babbo Natale non viene dal Nord"

Arriverà nelle sale cinematografiche italiane nel corso delle prossime vacanze di Natale il nuovo film del 2015 diretto dal celebre attore e regista italiano Maurizio Casagrande ed intitolato “Babbo Natale non viene dal Nord”. La pellicola racconta di un padre bugiardo e superficiale che proprio nel corso delle vacanze di […]