Opera lirica, sai quando è nata

Oggigiorno esistono decine di generi musicali differenti, capaci di accontentare i gusti proprio di tutti, creati con i più classici degli strumenti ma anche mixati e creati dal nulla attraverso le nuove tecnologie ed i computer.

Per tanti però la musica per eccellenza, quella con la “M” maiuscola, è e rimane quella classica, capace di incantare e mostrare la vera bravura di musicisti ed interpreti.
Quando la musica classica s’incontra però con la poesia, si fonde con lei e dà vita all’opera lirica.

Ma quando è nata la lirica?

Le origini dell’opera si collocano a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, anche se ufficialmente la prima “azione teatrale” eseguita in pubblico della quale sono arrivate tracce complete fino ai nostri giorni fu l’ “Euridice” composta da Jacopo Peri sul testo dell’egloga pastorale omonima del poeta fiorentino Ottavio Rinuccini.

Era esattamente il 6 ottobre 1600 quando questa appassionata storia amorosa venne rappresentata per i festeggiamenti delle nozze di Maria de’ Medici e del re di Francia Enrico IV, con i 200 invitati alle nozze ad assistere.

In Italia invece l’opera lirica nasce alla fine del XVI secolo, quando un gruppo di musicisti e intellettuali fiorentini, la Camerata Fiorentina, volle far rivivere la tragedia antica nella sua semplicità, mettendo in scena “La Favola d’Orfeo,” composta da Monteverdi nel 1607, 400 anni fa.

Next Post

Rosy Abate: I fan modificano il finale?

Giulia Michelini, alias Rosy Abate, è morta? Si, no, forse… Il popolo è sovrano? In questo caso i telespettatori e i fan sono sovrani e pare abbiano addirittura deciso il finale di Rosy Abate. L’idea della produzione infatti, sembrava essere quella di far morire la protagonista, interpretata appunto da Giulia […]
Rosy Abate I fan modificano il finale