Prevenzione, ora è possibile rivolgersi anche alle farmacie

Le malattie cardiovascolari sono un gruppo di patologie a carico del cuore e/o dei vasi sanguigni. Il restringimento, l’ostruzione o l’eccessivo allargamento (aneurisma) dei vasi sanguigni  sono responsabili di patologie molto diffuse, come quelle coronariche ( angina pectoris ed infarto), cerebrovascolari (ictus ) e vascolari periferiche (claudicatio intermittens).

Nella famiglia delle patologie cardiovascolari vengono fatti rientrare anche tutti i difetti congeniti del cuore, le malattie reumatiche ad interessamento miocardico, le varie forme di aritmia, le patologie che interessano le valvole cardiache e l’insufficienza cardiaca.

Le malattie cardiovascolari riconoscono un’eziologia multifattoriale, cioè più fattori di rischio (età, sesso, pressione arteriosa, abitudine al fumo di sigaretta, diabete, colesterolemia) contribuiscono contemporaneamente al loro sviluppo. I fattori di rischio sono caratteristiche che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia.

In primis, la nicotina accelera il battito cardiaco: il monossido di carbonio diminuisce la quantità di ossigeno presente nel sangue e favorisce lo sviluppo dell’aterosclerosi. Una pressione arteriosa elevata costringe poi il cuore a un superlavoro e accelera la formazione di aterosclerosi nelle pareti delle arterie. Anche il colesterolo, una sostanza normalmente presente nell’organismo, può trovarsi in quantità eccessive nel sangue. Maggiore è la sua quantità, più alto è il rischio che si depositi nelle pareti delle arterie.

Il rischio che ogni persona ha di sviluppare la malattia cardiovascolare dipende dall’entità dei fattori di rischio; il rischio è continuo e aumenta con l’avanzare dell’età, pertanto non esiste un livello a cui il rischio è nullo. Tuttavia è possibile ridurre il rischio cardiovascolare o mantenerlo a livello favorevole abbassando il livello dei fattori modificabili attraverso lo stile di vita sano.

Prevenzione: possibile rivolgersi alle farmacie

prevenzioni possibile rivolgersi alle farmacie

E nel mese di novembre c’è per tutti un’opportunità in più: prevenzione e diagnosi del rischio cardiovascolare potranno essere fatte anche in 600 farmacie con la campagna ‘Ci sta a cuore il tuo cuore’ che arriva alla sua sesta edizione.

La rete di farmacie Apoteca Natura, in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG), con l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) e con il patrocinio della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI), propone un programma di informazione e di educazione per prevenire le malattie cronico-degenerative di origine cardiovascolare. Dal 2012 al 2016, grazie a questo programma, sono stati eseguiti 140.000 screening cardiovascolari gratuiti. 35.000 i test di prevenzione svolti a novembre 2016.

I vantaggi dell’individuazione precoce dei soggetti a rischio sono noti da tempo.

«Riuscire a iniziare precocemente un percorso terapeutico – chiarisce Attilio Di Benedetto, direttore medico per l’Italia della NephroCare e coordinatore del progetto – è un bene per la salute e un risparmio per il sistema sanitario pubblico. In questo modo si riducono infatti i ricoveri ospedalieri d’emergenza. L’informazione capillare dei fattori di rischio della malattia cardiovascolare e della malattia renale cronica, da parte del Nefrologo a tutti i cittadini delle diverse classi di età, spesso “solo apparentemente sani”, è fondamentale per la riduzione dell’incidenza e prevalenza di queste due patologie strettamente correlate tra loro».

Tenere sotto controllo pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e peso significa ridurre in modo importante l’incidenza della mortalità tenendo conto che le malattie cardiovascolari sono responsabili del 44% dei decessi nel nostro Paese.

Fino al 30 novembre basterà prenotarsi presso le farmacie Apoteca Natura per effettuare uno screening.

Next Post

Gravidanza surrogata: uno dei gemelli è il figlio biologico

Anche se in Italia è una pratica vietata dalla legge, e molti non ne conoscono neppure l’esistenza, al di là di ogni riflessione etica e morale la gravidanza surrogata è molto diffusa nel mondo. Secondo la definizione più diffusa, la surrogazione di maternità o gestazione per altri/e o gravidanza surrogata o gestazione d’appoggio, talvolta denominata utero in affitto, […]