Qatar: Il mondiale potrebbe diffondere nuova pandemia

Redazione

Gli esperti, che hanno messo in guardia la Fifa sui Mondiali del 2022 che si terranno in Qatar.

Qatar Il mondiale potrebbe diffondere nuova pandemia
foto@depositphotos.com

Gli esperti di salute hanno invitato i tifosi a stare attenti a possibili malattie infettive e a non toccare i cammelli.

Esperti supportati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno dichiarato di essere preoccupati per la diffusione della sindrome respiratoria mediorientale (MERS) in Qatar, dove si svolgono i Mondiali. La MERS, che proviene dalla stessa famiglia del virus corona e ha gravi effetti, è attualmente indicata come uno degli otto “rischi di infezione” che potrebbero verificarsi nel torneo in Qatar.

Cos’è la MERS

Secondo l’articolo pubblicato da 3 accademici sulla rivista New Microbes and New Infections, nel torneo ci sono “inevitabili rischi di malattie infettive“. Queste malattie sono state elencate come covid, vaiolo delle scimmie, MERS, malattie mediate da vettori (malattie trasmesse da portatori), morbillo, epatite A, epatite B e diarrea del viaggiatore.

Si ritiene che gli ospiti del virus, che proviene dalla stessa famiglia del Covid, siano i cammelli, quindi gli scienziati di malattie infettive sottolineano che i cammelli non dovrebbero essere toccati, la carne poco cotta non dovrebbe essere mangiata e il latte non dovrebbe essere bevuto. Poiché non esiste una cura per il virus, segnalato per la prima volta in Arabia Saudita 10 anni fa, il trattamento viene applicato in base ai sintomi.

Inoltre, a chiunque torni nel Regno Unito con un’influenza o un raffreddore è stato chiesto di consultare un medico e di condividere la propria storia di viaggio per test e controlli di infezione, come ha riferito The Sun.

Next Post

Metà uomo metà uccello, le prove in Egitto e Perù

Le reliquie di un essere metà uomo e metà uccello sarebbero state ritrovate in Egitto ed in Perù. Una reliquia antica scoperta in due paesi diversi sarebbe la prova che gli alieni hanno visitato la Terra migliaia di anni fa. Questa è l’affermazione alla quale giungono i teorici di “antichi […]
Meta uomo meta uccello le prove in Egitto e Peru