Quanto tempo un astronauta potrà stare su Marte

Redazione

Volare su Marte presuppone un periodo ottimale che, secondo gli scienziati, corrisponde al massimo solare, quando l’intensità della radiazione più aggressiva diminuisce.

La durata delle missioni con equipaggio su Marte non può superare i 4 anni a causa del rischio rappresentato per i membri dalle radiazioni del Sole, stelle lontane e galassie, secondo le stime di un gruppo internazionale di scienziati che ha recentemente pubblicato le loro scoperte sulla rivista AGU Space Weather.

Quanto tempo un astronauta potra stare su Marte
Foto@Flickr

I ricercatori dello Skólkovo Institute of Science and Technology (Russia), dell’Università della California (USA), dell’Università di Potsdam (Germania) e del Massachusetts Institute of Technology (USA) hanno valutato l’impatto delle radiazioni cosmiche sulla salute dei membri dell’equipaggio, così come le limitazioni imposte dal peso della navicella sui materiali schermanti, simulando la sua propagazione delle particelle al suo interno.

Nello specifico, gli scienziati hanno analizzato come due principali tipi di radiazioni pericolose: particelle energetiche solari (SEP) e raggi cosmici galattici (GCR), la cui intensità dipende dall’attività del Sole, influenzino diversi organi umani e influenzino il veicolo spaziale.

I calcoli hanno mostrato che il tempo ottimale per volare sul pianeta rosso, che dura circa 9 mesi, corrisponde al massimo solare , poiché l’intensità del GCR, il tipo di radiazione più aggressivo, diminuisce durante i 6-12 mesi successivi al picco di attività solare. Tuttavia, anche le missioni lanciate durante il massimo solare non potevano superare i 4 anni, poiché dopo tale periodo l’equipaggio sarebbe stato esposto a pericolosi livelli di radiazioni .

Analogamente, è stato riscontrato che l’utilizzo di materiali potenzialmente in grado di fornire una protezione aggiuntiva contro le radiazioni cosmiche è condizionato dal peso massimo ammissibile dell’aeromobile. Inoltre, nel tempo, i materiali utilizzati possono iniziare a emettere radiazioni stessi.

In ogni caso, lo studio mostra che una missione del genere sia fattibile, nonostante il fatto che “le radiazioni spaziali impongano rigide limitazioni su quanto possa essere pesante la navicella spaziale e al momento del lancio, e presenti difficoltà tecnologiche per le missioni umane su Marte“, come afferma Yuri Shprits, geofisico dell’Università della California e uno degli autori dello studio.

Next Post

Dieta: Eliminare le caramelle dalle casse dei supermercati

Scienziati dell’Università di Southampton hanno collaborato con alcune catene di supermercati per testare nuovi accordi che includevano il posizionamento di frutta e verdura vicino agli ingressi dei negozi. I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista PLOS Medicine, hanno mostrato che le vendite dei prodotti dolciari sono diminuite, mentre quelle di […]
Dieta Eliminare le caramelle dalle casse dei supermercat