Quarantena: 48enne accoltella il fratello troppo rumoroso
Quarantena 48enne accoltella il fratello troppo rumoroso

In questi giorni di quarantena, tutti noi abbiamo sperimentato sulla nostra pelle la convivenza forzata.

Certo ci sono i fortunati che vivono in armonia nella propria casa, ma nella maggior parte dei casi in ogni famiglia c’è qualche dissidio e stare insieme 24 ore su 24 acuisce anche i problemi meno seri.

E più si va avanti con i giorni, più l’insofferenza cresce, col rischio di sfociare in tragedia.

Accoltella il fratello troppo rumoroso, durante la quarantena.

A dimostrarlo in modo lampante un brutto caso di cronaca nera che viene da Roma: un uomo di 48 anni di Ciampino ha accoltellato e ucciso il fratello di 56 anni, mentre entrambi erano chiusi in casa, dove vivevano con l’altro fratello e con la madre anziana, per via del coronavirus.

I due, secondo le ricostruzioni, avrebbero litigato perché la vittima stava facendo rumore preparando il caffè. 

In passato eravamo già intervenuti per sedare alcune liti domestiche – spiegano gli inquirenti- ma nulla di rilevante né di grave“.

Il 48enne è stato arrestato per omicidio volontario e si trova ora presso la caserma dei Carabinieri di Ciampino portato dai militari del Nucleo Investigativo di Castel Gandolfo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Rustega, don Marco Scattolon: fare acquisti pasquali è peccato

Rustega, don Marco Scattolon predica contro gli acquisti pasquali. Don Marco da…

Empoli, troppe prostitute in città: 12 ogni 100 metri

Sovrabbondanza di prostitute a Empoli, in cento metri se ne trovano almeno…