Ransomware che si finge eseguibile Google Chrome
Ransomware che si finge eseguibile Google Chrome

In rete da diverse settimane è scattato l’allarme per il nuovo virus che si “traveste” da Google Chrome, il famoso browser, per attaccare i dati del nostro personal computer.

Questo particolare malware è anche detto Ransomware, ovvero un virus con riscatto, sviluppato appositamente per essere scaricato e figurare come l’eseguibile per l’installazione del browser Google Chrome.

Il malware infatti si presenta come un file .exe Chrome, che l’ignaro utente lancia per poter installare uno dei browser più utilizzati del web, senza sapere che il virus entra in azione e riesce a bloccare tutti i file presenti sull’hard disk.

Dai file video, ai documenti, alle immagini, i file vengono bloccati e crittografati per poi mostrare un messaggio di riscatto, da qui il nome di ransomware, che ci informa dell’accaduto e ci fornisce il codice per inviare il pagamento per sbloccare i dati.

Il virus richiede in pratica un pagamento di moneta virtuale, bitcoin nella fattispecie, per liberare il nostro computer e sbloccare i dati che altrimenti possono essere cancellati definitivamente, dalla rete però arriva un piccolo aiuto per riconoscere questo particolare malware.

Innanzitutto le maggiori aziende di software antivirus, consigliano di tenere sempre aggiornato il proprio programma antivirus con le nuove definizioni, altro consiglio molto utile se avete scaricato il file chrome.exe per installare il browser, è controllarlo esaminando le proprietà del file.

Le informazioni infatti saranno incomplete e anzi mancanti, il “falso” file infatti, non ha firma digitale Google, e non ha informazioni dettagliate, ma il consiglio migliore in assoluto, ovviamente per chi non ha scaricato tale file, è quello di effettuare il download solo ed esclusivamente dal sito autorizzato chrome e on da siti di terze parti.

In Italia il ransomware che si sostituisce a Google Chrome ha raggiunto ben il 6,35% degli utenti che navigano in rete, dunque il fenomeno non è assolutamente da sottovalutare, anzi seguire le indicazioni che ci vengono fornite, è praticamente di vitale importanza.

Loading...
Potrebbero interessarti

Scienziato rivela: Universo in realtà è un buco nero

Fino ad oggi, la teoria della formazione dell’Universo a seguito del big…

Apple, 700.000 dollari per non cancellare 200 milioni di account

700.000 dollari richiesti dagli hacker ad Apple per non cancellare 200 milioni…