Scoperti tre pianeti che orbitano attorno ad una stella

Gli astronomi hanno trovato 3 pianeti in orbita attorno a un’altra stella a 73 anni luce di distanza.

Gli scienziato affermano di aver scoperto tre nuovi pianeti al di fuori del nostro sistema solare che orbitano attorno a una stella situata a 73 anni luce di distanza dalla Terra.

Il trio è tra i più piccoli e vicini esopianeti conosciuti fino ad oggi, utilizzando il Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della Nasa, che è stato inviato nello spazio nel 2018 con l’obiettivo di trovare nuovi mondi attorno alle stelle vicine che potrebbero sostenere la vita.

All’interno del sistema noto come TOI-270 c’è una super-Terra rocciosa che è leggermente più grande del nostro pianeta, così come due sub-Nettuno gassosi, circa il doppio della Terra.

Mentre si ritiene che l’intervallo della temperatura nella parte più alta del pianeta più lontano possa supportare alcune forme di vita, si ritiene che l’atmosfera stessa sia troppo densa, creando un intenso effetto serra che la rende poco ospitale per l’acqua e la vita.

Tuttavia, gli scienziati pensano che ci siano buone probabilità di più pianeti oltre TOI-270 d, più lontano dei tre.

La scoperta, pubblicata su Nature Astronomy, ha anche i ricercatori incuriositi da un tipo di pianeta “anello mancante” che non abbiamo nel nostro sistema solare.

Qui abbiamo piccoli pianeti rocciosi come Terra, Mercurio, Venere e Marte o pianeti molto più grandi dominati dai gas come Saturno, Giove, Urano e Nettuno, ma niente “via di mezzo“.

Il TOI-270 ci permetterà presto di studiare questo anello mancante tra pianeti simili alla Terra rocciosa e mini-Nettuno dominanti di gas, perché qui tutti questi tipi si sono formati nello stesso sistema“, ha detto il ricercatore capo Maximilian Gunther, dell’istituto di tecnologia del Massachusetts.

Il più vicino dei tre pianeti – TOI-270 b – impiega poco più di tre giorni a orbitare attorno alla sua stella, con TOI-270 c che impiega 5,7 giorni e TOI-270 d a 11,4 giorni.

TESS è stato lanciato il 18 aprile dell’anno scorso ed è progettato per osservare quasi tutto il cielo fino ad ora sconosciuto.

Il satellite cerca cali nella luce che potrebbero tradire la presenza di un pianeta che passa o “transita” di fronte alla sua stella ospite.

Ad aprile, ha trovato il suo primo pianeta delle dimensioni della Terra, che orbita attorno a una stella a 52 anni luce di distanza, sebbene temperature di oltre 400 ° C escludano qualsiasi prospettiva di trovare vita sul pianeta.

TOI-270 è una vera Disneyland per la scienza degli esopianeti e uno dei principali sistemi che TESS è stato progettato per scoprire“, ha continuato Gunther.

Loading...
Potrebbero interessarti

iPhone, Apple: se dura tre anni è colpa dell’utente

Per Apple il ciclo naturale di vita del suo iPhone è di…

Nuovo Xperia Z4: caratteristiche tecniche

Sony annuncia l’arrivo di un nuovo smartphone: l’Xperia Z4 che prossimamente debutterà…