Seconda fase di sperimentazione per il vaccino contro il diabete giovanile

Se si parla continuamente del diabete di tipo 2, quello che compare nella popolazione adulta ed è causato dalla cattiva alimentazione e dagli errati stili di vita, troppo spesso ci si dimentica delle tante, troppe difficoltà che crea il diabete giovanile, una malattia autoimmunitaria che colpisce bambini e ragazzi.

Eppure una speranza arriva in queste ore dallo studio clinico Pre-POINT coordinato da Joerg Hasford dell’Università Ludwig Maximilians a Monaco: la ricerca infatti è entrata nella sua seconda fase e si è sempre più vicini a brevettare un vaccino capace di prevenire proprio questo tipo di diabete.

Secondo una nota dell’ateneo tedesco, i ricercatori testeranno il vaccino su bebè di 6-24 mesi somministrandoglielo per bocca e seguiranno la salute dei bambini a lungo termine per vedere se i piccoli si ammaleranno o meno di diabete giovanile.

Nella fase uno della sperimentazione, l’insulina orale ha dimostrato di essere ben tollerata e sicura. Ipoglicemia o altri effetti negativi, come le allergie non si sono verificate.

Loading...
Potrebbero interessarti

Una ricerca per dividerci tra esploratori o abitudinari

C’è chi al mattino non riesce ad iniziare la sua giornata se…

Sla, raccogliere fondi tra tarallucci e vino

Nelle scorse ore vi abbiamo dato l’ottima notizia secondo cui le prime…