Sleeping Man, il mistero dell’UFO di Kaikoura

Redazione

Il 31 dicembre 1978 una troupe cinematografica salì a bordo di un aereo Argossy per un’intervista con l’equipaggio. Il 20 e 21 dicembre un altro aereo aveva riferito di un UFO e questa era la ragione per l’intervista al capitano e al suo equipaggio. 

Il pilota e il copilota non erano quelli che avevano segnalato l’evento, ma a soli dieci minuti dall’inizio del volo ci fu il primo incontro con gli UFO. 
Il cameraman cambiò rapidamente l’obiettivo della sua fotocamera con un obiettivo zoom da 100 mm / 240 mm e dopo mezzanotte del 1 ° gennaio 1979 filmò gli UFO che durante l’intero volo seguirono e si avvicinarono all’aereo. 

Aveva registrato gli UFO dalle finestre della cabina di pilotaggio e la presenza di questi oggetti volanti non identificati è stata confermata anche dal radar Wellington e dal controllo del traffico aereo.

Questo evento è comunemente noto come “le luci di Kaikoura”. Il film originale da 16 mm è stato nascosto al pubblico per 37 anni. La gente ha dimenticato che esisteva e l’incontro UFO di Kaikoura è stato dimenticato.

Ma mentre l’aereo Argossy è tornato da Christchurch (NZ) a Blenheim (NZ), David Crocket ha puntato anche la sua cinepresa da 16 mm verso una piccola cittadina. Nessuno prestò mai attenzione a questa sezione del film, tranne Deuem, inventore dell’elaborazione di DEUEM, che analizzò i fotogrammi e riuscì a trovare un altro piccolo UFO sospeso sopra la città.

I 16 mm sono stati digitalizzati da un laboratorio cinematografico di alto livello e “The Image Analysis Team“, che è un gruppo di ricercatori esperti e specialisti di video / immagini forensi, li trasformò in 4 video ad alta definizione di qualità Blue-Ray. 

Ora, il software della convention non riesce a rivelare il “segreto” che è nascosto all’interno delle aree bianche e luminose del piccolo UFO che volava sopra o vicino alla borgata. È necessaria una combinazione di software, alcuni sono disponibili al pubblico e altri come marchio proprietario DEUEM e SMD.

Per analizzare l’UFO, il team ha usato inizialmente SMD1, che è una tecnologia proprietaria complessa (un aggiornamento DEUEM) utilizzata per visualizzare gli effetti della gravità (non la gravità stessa) e per rivelare il bagliore di gasmolecole eccitate (plasma) in un ambiente gassoso / atmosfera. (DEUEM = Rilevazione della dinamica del plasma elettromagnetico).

Dopo il passaggio con SMD1 e applicando SMD2: questo software identifica le più piccole differenze di colore e intensità in un’immagine e trasforma tutti i colori in diversi colori che vengono selezionati casualmente dalla ruota dei colori. (spettro di colori completo). Dopo l’immagine elaborata finale che non mostra più nessuno dei colori originali ma ci presenta un centinaio di volte più dettagli che in precedenza non potevano essere visti, il team crede che il piccolo UFO luminoso che hanno chiamato “Sleeping Man“, ricorda un umanoide.

Alcune persone sostengono che ciò che il gruppo di specialisti di video / immagini forensi vede non è reale e un caso di pareidolia.

fonte@https://ufosightingshotspot.blogspot.com

Next Post

Archeologi egiziani rispondono a Elon Musk, piramidi sono umane

Le più alte cariche egiziane hanno risposto all’ultimo intervento del miliardario Elon Musk in merito alle origini delle piramidi. Il miliardario è diventato noto anche per le sue uscite sui social, in particolar modo sul suo account ufficiale Twitter, ma questa volta un’intera nazione ha dovuto rispondere alle sue affermazioni, […]
Archeologi egiziani rispondono a Elon Musk piramidi sono umane