Smartphone, grandi eventi e tifosi: i tre fattori chiave nell’evoluzione delle scommesse sportive
Smartphone grandi eventi e tifosi

Un fenomeno in crescita, un segmento destinato a raccogliere sempre più consensi. È questo il panorama delle scommesse sportive in Italia. Ma cosa si nasconde alla base di questo clamoroso successo? I motivi sono da ricercare innanzitutto nella società. Vediamo perché.

Gli esperti sono tutti d’accordo: dietro all’esplosione del gambling online c’è senza dubbio la diffusione degli smartphone. Dal 2010 in poi, in modo particolare, i cellulari sono stati protagonisti di una vera e propria esplosione dal punto di vista del mercato. Facili da usare e da maneggiare, a portata di mano e soprattutto di tasca, economici e sempre più multifunzionali, hanno colmato quel gap tecnologico che aveva invece creato il computer.

In particolare, l’Italia è il terzo paese al mondo per numero di telefonini: su 59 milioni di abitanti sono ben 43 gli utenti di internet, con una penetrazione nella popolazione del 73%. Addirittura, 49.19 milioni sono gli utenti online da mobile, ovvero l’83% degli italiani.

L’altro fattore decisivo nella crescita del fenomeno è il numero di appassionati di sport, soprattutto di calcio. In Italia sono 22 milioni e 440 mila le persone che seguono almeno una squadra di Serie A, con 17mln che seguono regolarmente il campionato attraverso la TV gratuita, 13 mln invece sono abbonati alle Pay TV, mentre 17.5 milioni affermano di informarsi e di seguire il calcio solo attraverso Internet e giornali.

Tanti appassionati di calcio vuol dire un pubblico sempre più ampio di scommettitori sportivi. Lo confermano i dati relativi ai Mondiali di Russia 2018: in tutto il pianeta sono state 3.572 miliardi le persone che hanno seguito la rassegna iridata. Sono questi i numeri ufficiali trasmessi dalla Federazione internazionale dalla Publicis Media Sport & Entertainment che fa registrare i picchi in Russia e in Brasile, dove si superano i 2.50 miliardi di spettatori per almeno mezz’ora.

Tutto questo ha trovato una traduzione in termini di gioco d’azzardo: nel nostro paese, nel 2018, il giro d’affari delle scommesse sportive è arrivato a 1.484 miliardi per la spesa complessiva, in crescita del 10.8% rispetto ai 1.337 miliardi del 2017, con un flusso di vincite di 9.4 miliardi di euro. Le società regine sono ancora Snaitech, Sks365 e Eurobet, che durante i Mondiali hanno raggiunto un clamoroso +22.3% rispetto ai dati dell’anno precedente.

L’equazione, insomma, è presto fatta: più cellulari in circolazione, più utenti online, più appassionati connessi e di conseguenza più scommettitori. I numeri parlano infatti di un fenomeno in costante crescita, con un giro d’affari sempre più importante.

Le scommesse sportive, inoltre, risultano più accessibili rispetto ad altre tipologie di gioco e soprattutto sono in grado di offrire piattaforme e funzionalità all’avanguardia a livello mobile: statistiche aggiornate, quote maggiorate, fruibilità veloce e intuitiva. Una vera e propria nuova generazione di gioco, che trova le sue radici nella società e nella tecnologia. Ed è destinata a crescere

Loading...
Potrebbero interessarti

L’Emilia Romagna presenta le sue eccellenze ad Expo 2015

Il grande Expo 2015 di Milano è sicuramente un grandissimo evento culturale,…

Sicurezza stradale, al via la campagna “Occhio alle 2 ruote”

“Occhio alle 2 ruote” è la nuova campagna di sensibilizzazione per la…