Spagna, le strisce pedonali smart che salvano la vita

Eleonora Gitto

In Spagna le strisce pedonali diventano smart per salvare la vita ai pedoni.

In Spagna, esattamente a Cambrils (Tarragaona) è partito un interessante esperimento: le strisce pedonali s’illuminano grazie a un mix di sensori, LED, vernice riflettente e pannelli fotovoltaici.

Il funzionamento si avvale di un insieme di tecnologie, dunque, ma il risultato è garantito.

Quando un pedone vuole attraversare sulle strisce, un sensore di pressione attiva il sistema.

In questo modo, per il tempo necessario all’attraversata, s’illuminano in contemporanea strisce e segnaletica verticale.

L’energia per azionare il meccanismo è assicurata dai pannelli fotovoltaici.

Ovviamente un sistema del genere ha un costo elevato: 10.000 euro. Ma al comune di Cambrils dicono che ne vale la pena.

E a giudicare dai risultati non possiamo dare toro a questa lungimirante amministrazione. I soldi spesi per la prevenzione, soprattutto in questo campo non sono mai troppi.

Basta pensare che solo nel 2014, secondo i dati Istat, in Italia sono state investite e uccise 578 persone (+4,9%) e i pedoni feriti sono 1592.

In 6490 incidenti la colpa è stata del conducente di un veicolo che non ha dato la precedenza a chi attraversava sulle strisce.

Perciò bene hanno fatto Cambrils a pensare alle strisce pedonali smart. L’intervento fa parte del progetto di smart city “Urban Lab” e il sistema è stato messo a punto dall’azienda catalana Llumtraffic.

Next Post

Paola Caruso non ha bestemmiato nella lite con Mercedesz

Nelle scorse ore vi avevamo già raccontato la vicenda che vedeva, suo malgrado, protagonista la “Bonas” di Avanti un altro: Paola Caruso, attuale naufraga dell’Isola dei Famosi, era stata accusata, durante una colorita lite con Mercedesz Henger, figlia della famosa pornodiva e anche lei naufraga in Honduras, di aver addirittura […]