Teresa De Sio e il suo personale omaggio a Pino Daniele

Eleonora Gitto

Teresa De Sio e il suo personale omaggio a Pino Daniele.

Nel suo disco Teresa Canta Pino, Teresa De Sio ci mette del suo, e trasforma le atmosfere tipicamente blues e qualche volta jazz di Pino Daniele, in linee melodiche più tradizionali.

C’è un po’ di canzone napoletana classica, un po’ di world music, un po’ di pizzica.

Molto belle le interpretazioni di Chi tene ‘o mare e il classicissimo Napule è.

Ma tutto il lavoro, composto da 15 brani, è in generale apprezzabile e ben riuscito.

Dice la De Sio, intervistata da Avvenire: “Mi ricordo i concerti insieme, quando mi chiamava sul palco sempre con un bellissimo sorriso. Questo è un atto di devozione a Pino Daniele”.

“Fra noi c’è stato spesso confronto totale, ma sempre dentro una napoletanità comune e senza malvolenza. Oggi sento che è necessario ricordarlo, che Pino è stato gallo: cioè il cantautore per eccellenza, quello che dà la sveglia al mondo che lo circonda aprendogli nuovi giorni”.

“Abbiamo cenato insieme pochi giorni prima che morisse, e mi ha fatto ascoltare un sacco di dischi di flamenco. Stava studiando la chitarra flamenca, pure. Aveva intenzione di ampliare i suoi orizzonti”.

Next Post

Il Segreto, anticipazioni domenica 15 gennaio

Dopo una settimana a dir poco avvincente, in cui abbiam assistito al ritorno in paese di Aurora, per riuscire ad ottenere l’affidamento del piccolo Beltran rimasto orfano, dopo la morte del padre Bosco, vediamo quali sorprese ci riserverà questo appuntamento serale de Il Segreto. Nella puntata di oggi, domenica 15 […]