Un’ombra sembra dimostrare che l’uomo è già su Marte

Redazione

Gli Emirati Arabi Uniti sono entrati nella storia dopo che la sonda Hope è entrata con successo nell’orbita del Pianeta Rosso ieri. 

Sono la quinta potenza mondiale a farlo dopo che gli Stati Uniti, l’ Unione Sovietica, l’Europa e l’India ed i suoi scienziati inizieranno ora a studiare l’atmosfera del pianeta. 

ombra sembra dimostrare che uomo gia su Marte
La strana ombra osservata in uno scatto del rover (foto@Nasa)

Nel progetto, Hope restituirà immagini ad alta risoluzione del pianeta e ricercatori con gli occhi d’aquila saranno a disposizione per indagare su qualcosa di insolito.

Il canale Quest TV ha rivelato nei suoi “File inspiegabili della NASA” come il Curiosity Rover in precedenza avesse sollevato molti dubbi.

Ma un’immagine ripresa da una telecamera rivela qualcosa di completamente inaspettato“.

Secondo alcuni, l’ombra, che si vede nello scatto, mostrava la sagoma di un astronauta.

L’autore William Birnes ha dichiarato: “Sembra una figura umana in piedi proprio fuori dal rover catturata dalla telecamera.

È un’immagine molto, molto intrigante.

Ma lo scienziato planetario Pascal Lee ha spiegato che “nessun essere umano è mai stato su Marte“, aggiungendo che tutte le missioni “sono robotiche“.

Brad Holschuh, del Wearable Technology Laboratory dell’Università del Minnesota, ha detto che la figura apparentemente non indossava una tuta spaziale che riconosceva.

Ha detto: “Ogni tuta che sia mai stata sviluppata è stata quella che pone l’astronauta all’interno di una bolla di gas. Questo li rende incredibilmente immobili“.

Il Rover Curiosity (foto@Nasa)

Guardando la foto, l’astronauta sembra stesse compiendo un movimento con il braccio che è fisicamente impossibile con le tute di oggi.

La fonte dell’immagine è stata finalmente chiarita, grazie all’analista fotografico Marc D’Antonio, che ha utilizzato la modellazione al computer per indagare.

Ha detto nel 2019: “Ho preso il rover, l’ho messo dove doveva stare e ho posizionato il Sole nel cielo dove avrebbe dovuto essere nel momento in cui è stata scattata la foto“.

Quello che ho trovato era qualcosa di molto interessante. Quando l’ho renderizzata, ho visto questo spettacolo: se guardi la foto in questione, sembra corrispondere. Credo che stiamo esaminando il Mars Hand Lens Imager.

Il Mars Hand Lens Imager, noto come MAHLI, è la versione del rover della lente d’ingrandimento.

Utilizzato dai geologi, consente alla sonda di scattare immagini ravvicinate dei minerali e delle strutture nelle superfici rocciose.

Quello che ad alcuni sembrava il contorno dell’ombra umana, era semplicemente l’ombra di Curiosity.

Si è scoperto che il “braccio” dell’astronauta era lo strumento robotico della sonda che reggeva la telecamera per scattare la foto..

Oggi l’orbiter cinese tenterà di completare una manovra di frenata per essere catturato dalla gravità del pianeta. 

Tianwen-1 trasporta un rover che verrà inviato in superficie nei prossimi mesi. 

E il 18 febbraio la NASA arriverà sul Pianeta Rosso con il suo rover Perseverance.

fonte@DailyExpress

Next Post

NDE: La vita dopo la morte esiste, ancora una conferma

La vita dopo la morte è sicuramente reale, almeno secondo una donna che afferma di aver sentito la “presenza onnicomprensiva” di Dio mentre era in coma indotto dalla droga 16 anni fa. La scienza e le persone in generale sono ancora incerti sul fatto che la vita possa continuare dopo […]
La vita dopo la morte esiste ancora una conferma