Uomo scomparso, era stato mangiato dai suoi cani
Uomo scomparso era stato mangiato dai suoi cani

I pezzi d’osso trovati sulla sua proprietà e attorno al capanno erano sospetti, ma l’incredibile verità non aveva ancora fatto breccia negli inquirenti finché non ispezionarono alcune feci di cane nelle quali trovarono quelli che sembravano capelli umani e pezzetti di vestiti.

Freddie Mack era stato mangiato dai suoi unici compagni nella sua casa rurale vicino a Venus, in Texas: i suoi 18 cani.

La nostra reazione iniziale è stata un po ‘incredula, perché non era rimasto nulla“, ha spiegato lo sceriffo della contea di Johnson, Adam King, al Washington Post.

Sorprendentemente è comune per gli animali mangiare resti umani, è stato spiegato. Ma tutto il corpo? Anche i vestiti e tutto il resto?

Gli investigatori consultati dall’ufficio dello sceriffo non avevano mai sentito parlare di animali che consumano un’intera persona. La conferma finale è arrivata martedì, quando i detective hanno appreso che i medici legali avevano identificato i pochi resti rimasti come quelli di Mack.

Non è chiaro se i cani abbiano ucciso il 57enne o lo abbiano divorato dopo la morte e se il suo decesso fosse dovuto alle sue condizioni mediche, secondo gli inquirenti.

La vicenda di Mack è arrivata per la prima volta all’attenzione dello sceriffo a maggio, quando un membro della famiglia ha detto di non aver sentito l’uomo, che ha sempre vissuto da solo, ormai da settimane.

I parenti avevano cercato di entrare nella sua proprietà, ma i cani erano aggressivi e li tenevano fuori, secondo quanto riferito all’ufficio dello sceriffo. Anche gli stessi investigatori hanno faticato a superare gli animali. Nei vari tentativi erano riusciti a distrarli e persino a sorvegliare l’area con un drone ma non erano riusciti a localizzare Mack.

La prima svolta arriva il 15 maggio quando uno degli investigatori trova il primo, piccolo pezzo di osso, a questo sono seguiti altre parti ossee, a quel punto con i cani sequestrati e portati via dalla proprietà, le autorità hanno scoperto feci dei cani con capelli, resti di ossa e tessuto umano e i resti che combaciavano con l’unico vestito che Mack si sapeva aveva indossato.

Un articolo del National Geographic del 2017 ha portato alla luce dozzine di casi di animali domestici che mangiavano i loro proprietari deceduti in 20 anni di pubblicazioni di riviste scientifiche forensi. Uno studio del 2015 su più di 60 casi di cani che mutilavano cadaveri ha concluso che gli animali tendevano a mangiare prima naso e bocca, poi in misura minore braccia e mani.

Ma il caso di Mack si distingue per l’accuratezza con cui i cani lo avrebbero mangiato. I suoi familiari sono stati informati dei risultati dell’Ufficio medico legale della contea di Tarrant che i resti erano di Mack, basati sull’esame del DNA.

Per quanto riguarda i cani, 13 sono stati uccisi a causa della loro aggressività, mentre due erano già stati uccisi da altri cani.

Loading...
Potrebbero interessarti

Putin accusa: aereo russo abbattuto per complicità tra Ankara e Isis

Continuano ancora le tensioni tra la Russia e la Turchia, due paesi…

Spagna: furioso la sua foto utilizzata sui pacchetti delle sigarette

E’ accaduto in Spagna e precisamente a Santiago di Compostela dove un…