Vittorio Sgarbi e la voglia di Gioconda in Italia

Chiariamolo subito: non sappiamo se la sua è solo una provocazione, l’ennesima di una serie infinita, o un intento che sta portando avanti magari contando su appoggi importanti, anche perché quando si tratta di lui e delle sue azioni i confini diventano sovente labili e indefiniti.

Il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha spiegato in un video, appena postato sul suo profilo Facebook, che è assolutamente determinato a riportare in patria “uno dei più notevoli capolavori italiani”.

“Uno dei più notevoli capolavori italiani è in Francia. E’ arrivato il momento di farlo rientrare da noi”, ha urlato, deciso a riportare in Italia la Monna Lisa, nota come la  Gioconda, di Leonardo Da Vinci.

Nell’annuncio ha poi aggiunto: “Ho parlato io con i francesi per gli accordi, perché le cose bisogna saperle chiedere. E io so farlo”. Poi la chiusa: “State zitti coglioni che sto parlando”.

Come tutti sappiamo, la Monna Lisa di Leonardo da Vinci è attualmente esposta al Louvre di Parigi ed è da anni che si cerca, invano, di riportarla in patria.

Oltre ad aver pubblicato il video, il critico d’arte ha lanciato un hashtag:#missionemonnalisa, col chiaro intento di supportare la sua missione di riportare in Italia una delle opere d’arte più famose al mondo e più apprezzate dal pubblico.

Riuscirà Sgarbi a portare a termine la sua missione?

One thought on “Vittorio Sgarbi e la voglia di Gioconda in Italia

  1. Vittorio lasciamo la Gioconda in Francia e recuperiamo la Battaglia di Anghiari di Leonardo a Firenze. Il legame più sorprendente, ma non l’unico, che collega la Sindone di Torino con le opere pittoriche di Leonardo da Vinci, è nella somiglianza del volto contenuto nell’immagine della ferita al costato della Sindone, con il volto urlante del guerriero centrale della Battaglia di Anghiari di Leonardo realizzata a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento. L’immagine della ferita al costato è la “prova” specchiata della presenza attuale della Battaglia di Anghiari, dietro gli affreschi del Vasari nel salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Cfr. ebook/kindle. La Sindone di Torino e le opere di Leonardo da Vinci: analisi iconografica comparata. Grazie.

Comments are closed.

Next Post

Ilaria D’Amico, pace fatta con Alena Seredova

Come sanno tutti coloro che sono separati o divorziati, ricostruirsi una vita quando si hanno dei figli e un ex coniuge a cui dar conto, non è certo facile, come non è facile riuscire a farsi accettare in un nucleo familiare già formato, con le proprie regole e dinamiche. Lo […]