Ilaria D’Amico, pace fatta con Alena Seredova

Come sanno tutti coloro che sono separati o divorziati, ricostruirsi una vita quando si hanno dei figli e un ex coniuge a cui dar conto, non è certo facile, come non è facile riuscire a farsi accettare in un nucleo familiare già formato, con le proprie regole e dinamiche.

Lo sa bene Ilaria D’Amico che ha dovuto faticare, e non poco, per farsi accettare dai figli del suo compagno, Gigi Buffon, e anche riuscire  a costruire un rapporto disteso e collaborativo con la sue x compagna, Alena Seredova.

La giornalista, appena rientrata al lavoro dopo la pausa per la maternità, racconta al Corriere della Sera la sua nuova vita accanto a Gigi Buffon, dal quale sei mesi fa ha avuto Leopoldo Mattia.

Quando t’innamori da adulto l’idea di famiglia arriva molto presto. Io e Gigi, venendo da smarrimenti forti, dolorosi, avevamo il desiderio di costruire una dimensione solida. Abbiamo aspettato quasi un anno e mezzo prima che la maternità si trasformasse in un progetto solo perché dovevamo rodare le varie componenti: c’era bisogno che i bambini, i due suoi e il mio, s’integrassero con il nuovo nucleo e fra loro. Io e Gigi abbiamo proceduto a braccio con un’unica regola: quando ci sono i figli, la nostra attenzione è per loro”, spiega.

Ilaria rende merito anche ai loro ex compagni di vita: “La nostra fortuna è stata che anche le loro vite si sono riorganizzate in un nuovo ordine sentimentale. Questo ha portato a rapporti distesi, dove la rabbia non ha trovato spazio o non ha avuto bisogno di esplodere. È stato un processo legato anche all’intelligenza di tutte le parti in causa”.

L’attuale compagna del portiere azzurro Gigi Buffon e la sua ex moglie quindi, dopo un periodo di comprensibile tensione, hanno ritrovato un rapporto sereno.

Loading...
Potrebbero interessarti

Venduta all’asta la celebre batteria di Ringo Starr

Aggiudicarsi un oggetto personale dei propri beniamini è il sogno di ogni…

Ricky Martin nel Grand Canyon con l’elicottero

Arriva direttamente con l’elicottero, lo vediamo proprio dietro allo scatto condiviso sul…