Alessandro Gassman porta al cinema la dipendenza dai social

Alla fine ad ispirare il regista è stata nient’altro che la realtà quotidiana: oggi tutti siamo costantemente connessi alla rete, ad internet, e non possiamo più fare a meno dei social, ed è proprio questo che Massimiliano Bruno racconta in Beata ignoranza, film prodotto da Fulvio e Federica Lucisano e distribuito da 01- RAI Cinema, presentato in una conferenza stampa romana insieme ai protagonisti, Alessandro Gassmann e Marco Grilli e alle attrici Carolina Crescentini, Valeria Bilello e Teresa Romagnoli.

Per la terza volta, dopo “Se Dio vuole” e “Tutta colpa di Freud”, Giallini e Gassmann recitano fianco a fianco: stavolta sono entrambi professori al Liceo, ma mentre uno è perennemente connesso, l’altro non sa praticamente accendere neanche un computer.

“L’idea del film – ha raccontato il regista – nasce da un post che ho scritto 4 anni fa e che ho condiviso con gli sceneggiatori, quando già mi sentivo troppo social, non immaginando cosa sarebbe esploso di lì a poco. Nel post lamentavo il fatto che andavo poco al cinema, a teatro, che leggevo molto di meno i romanzi perché perdevo troppo tempo su Facebook. Da là è nata una storia in cui abbiamo potuto raccontare le nostre anime interne. Allora ho pensato che sarebbe stato divertente raccontare questo grande cambiamento della società globale e per farlo mi servivano due grandi attori”.

Dallo scontro nasce la comicità e i due personaggi, alla fine, diventeranno uomini migliori, specchiandosi l’uno nei difetti dell’altro.

“Proprio come nel film – dice Giallini – ho un pessimo rapporto con il web, non per snobismo, ma solo per il fatto che non sono capace ad usarlo. Quando mi arriva tutte le mattine un messaggio del tipo ‘buongiorno mondo’, alla fine mi rompo le p…”.

Di diverso parere Gassmann: “Il mio rapporto è buono. Credo sia importante partecipare e, soprattutto, utilizzare questo mezzo capace di fare cose meravigliose od orribili. Basti pensare anche all’elezione di Donald Trump. Io da parte mia faccio le mie piccole battaglie civili su Twitter e di questo sono contento. Secondo me l’utilizzo del web dovrebbe essere insegnato a scuola”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Despacito, in streaming è la canzone più ascoltata di sempre

In poche settimane è riuscita a battere ogni record, ed ora ne…

The Halcyon-Hotel Halcyon la nuova serie tv in onda su Rai 1

Andrà in onda su Rai 1 una serie tv tutta nuova, The…