Amanda Knox: quell’amicizia “particolare” in prigione

Dopo essere stata condannata, in un primo momento, a 28 anni di reclusione per l’omicidio della sua coinquilina Meredith Kerchel, Amanda Knox è stata prosciolta ed è tornata in America, e proprio qui ha scritto un libro, un memoriale in cui ripercorre anche la sua esperienza in carcere.

Nonostante Amanda avesse dichiarato di volersi lasciare alle spalle il processo per l’omicidio di Meredith, continua a parlarne e stavolta svela un retroscena della sua quotidianità in cella.

«Molte donne, anche etero, si rivolgono a persone dello stesso sesso per avere rapporti intimi durante la detenzione in carcere ma io ho rifiutato», così ha raccontato l’ex studentessa americana, oggi 29 enne.

Nello specifico, la ragazza racconta l’amicizia con Leny (nome di fantasia), una ragazza omosessuale conosciuta durante il terzo anno di detenzione.

“Mi ha svelato la sua identità sessuale. Io le ho risposto che ero etero”, spiega Amanda, che non ha mai allontanato Leny per questo.

Il loro legame si intensificava ogni giorno, tanto da spingere Leny ad esporsi: “Posso farti cose che un uomo non sa fare”, ma la risposta della Knox era sempre la stessa: “Non è possibile cambiarmi”.

Un equilibrio rotto da un bacio improvviso: “Un giorno Leny mi baciò – svela Amanda – Ho stretto i denti e ho fatto un mezzo sorriso, in bilico tra l’imbarazzo e la rabbia”. Quel giorno finì la loro amicizia.

Quando Leny uscì di prigione, inviò diverse lettere d’amore ad Amanda, alle quali però la giovane non ha mai risposto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Jamie Foxx 35mila dollari per una fuga d’amore con Katie Holmes

La loro storia d’amore va avanti già da diverso tempo ma è…

Stefania Sandrelli, De Niro la sua infatuazione giovanile

Ognuna di noi, da ragazza, si è infatuata di un personaggio famoso,…