Amatrice, il principe Carlo nella zona rossa senza il sindaco
Amatrice, il principe Carlo nella zona rossa senza il sindaco

Il principe Carlo d’Inghilterra si reca in visita nella zona rossa di Amatrice senza il sindaco.

Carlo d’Inghilterra ha voluto vedere con i propri occhi la zona rossa di Amatrice, comune reatino colpito dal sisma della scorsa estate.

Il sindaco Sergio Pirozzi è andato ad accogliere il principe ma non ha voluto essere a suo fianco nel giro dentro le macerie della sua cittadina:

“Non ci sono più andato dal 24 agosto, tornerò nel centro storico solo quando sarà ricostruito”.

Perciò i Primo Cittadino si è fermato all’inizio di Corso Umberto I, mentre Carlo d’Inghilterra ha proseguito accompagnato dal capo della Protezione civile Fabrizio Curcio.

Il principe si è inoltrato, dove fino alla torre civica, simbolo del Comune colpito dal terremoto e poi ha raggiunto il centro operativo intercomunale.

Visibilmente colpito dalla devastazione, il nobiluomo ha detto al sindaco: “Faremo qualcosa di concreto per aiutare Amatrice”.

Il principe Carlo ha anche incontrato alcuni cittadini sfollati.

Con loro si è intrattenuto informandosi sulle condizioni fisiche e morali. Voleva sapere come si vive dopo un’esperienza così violenta.

Ai soccorritori, invece, ha chiesto le condizioni di lavoro e quali difficoltà si incontrano in situazioni simili. Prima di recarsi ad Accumoli per incontrare il sindaco Stefano Petruccio, Carlo ha augurato a tutti un presto ritorno alla normalità.

Il reale ha incontrato anche il vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili e non ha mancato di deporre un mazzo di fiori al memoriale che ricorda, nella cittadina, le 249 vittime del sisma.

Loading...
Potrebbero interessarti

Milano, Starbucks: non solo caffè ma lavoro per tutti, incluso rifugiati

Starbucks sbarca a Milano con le sue belle novità, oltre al caffè:…

Venezia, in piazza contro lo spopolamento della città

Venezia ha visto tante persone scendere in piazza per manifestare contro lo…