Android 6.0, la M sta per Marshmallow

Ogni volta che Google rilascia una nuova versione del suo celebre sistema operativo cambia la statua presente nel cortile dell’azienda, e nelle scorse ore il robottino verde è apparso con in mano uno tra i più celebri dolci di zucchero statunitense, segno inequivocabile del nome assegnato all’ultima versione.

La prossima versione di Android si chiamerà Marshmallow, proprio come i dolcetti bianchi e gommosi made in Usa: sarà la versione 6.0 del “robottino verde” e arriverà questo autunno con diverse novità, in primis il sistema per i pagamenti “mobile” Android Pay e un migliore assistente online.

Al momento è stata resa disponibile la versione beta definitiva, dunque ci si aspetta un roll out del nuovo sistema operativo nei prossimi mesi, fra non molto tempo. Da oggi gli sviluppatori possono scaricare il kit di sviluppo 6.0, verificare il funzionamento delle nuove app sui più recenti Nexus (5,6 e 9) e iniziare ad sottoporle al Google Play Store.

Android M avrà, tra le altre peculiarità, un nuovo sistema per gestire i permessi richiesti dalle applicazioni, fornirà una migliore esperienza del web con link che si apriranno “dentro” le app. Google Now, l’assistente personale, sarà potenziato e con ‘Tap Now’ punta a diventare ancora più intuitivo.

Next Post

Bere una Red Bull, gli effetti sull’organismo umano

Sono diversi anni che gli studiosi di tutto il mondo ripetono lo stesso monito: le bevande troppo zuccherate, ed in primis le energy drink, devono essere consumate in quantità assolutamente limitate, apportando più danni che benefici. Eppure, anche in Italia, troppo spesso se ne abusa, dimentichi dei pericoli che si […]