Ansie e incubi in attesa dell’esame di Maturità

Mancano ormai poche ore al fatidico esame di maturità, quello che per migliaia di studenti italiani significherà la fine di un percorso, ma che in queste ultime settimane di attesa ha significato solamente tanta ansia.

Ansia che non coinvolge solo gli studenti direttamente interessati dall’esame, ma anche i loro genitori: secondo un’indagine di Skuola.net, che ha intervistato un campione di quasi 2000 candidati, per due maturandi su 5 i genitori «cambiano comportamento» in prossimità dell’esame, dedicando loro più attenzioni del solito (34% del campione) e trasmettendo loro ansie eccessive.

Ma lo stesso sondaggio svela anche molti altri aspetti di questi prossimi maturandi.  1 su 4 racconta di non essere disposto a lasciar copiare, comportamento che durante l’anno scolastico ha tenuto solo il 7% di maturandi, in primis per la paura di vedersi confiscare il compito e venir espulsi.

Per chi si arrischierà a copiare invece, si useranno i vecchi metodi tradizionali, preferiti da 2 maturandi su 3, anche se più di 1 su 2 confessa che il giorno degli scritti comunicherà con i suoi compagni grazie a un gruppo su WhatsApp creato ad hoc per la maturità.

Solo il 21% dei maturandi sembra davvero intenzionato a fare tutto da solo. Di questi, 1 su 5 perché si sente davvero preparato ad affrontare l’esame di Stato, il 22% per paura di essere beccato dagli insegnanti, 1 su 3 perché non ritiene giusto copiare e il 13% perché non è bravo a farlo.

Nell’attesa del famigerato esame, non mancano neppure gli incubi: ben il 28% dei maturandi ha sognato il proprio esame di Stato. La situazione negativa più comune è quella di arrivare all’esame impreparato (23%), ma anche di trovare tracce impossibili da svolgere(20%). Ovviamente, si sogna anche di essere bocciati (9%) o di prendere un voto basso (9%), non riuscire a scrivere durante i compiti d’esame o perdere la voce davanti la commissione (9%), arrivare in ritardo (5%) o addirittura di litigare con i professori in commissione (3%).

1 comment

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Attenzione, meno tablet venduti nel 2016

Attenzione, meno tablet venduti nel 2016. Pensavamo che il mercato dei tablet…

Sony presenta i nuovi prodotti audio video 2016

Sony presenta la vasta gamma di prodotti audio video del 2016 e…