Ascensore per il patibolo, un noir d’amore

Eleonora Gitto

Ascensore per il patibolo, film di Louis Malle con Jeanne Moreau e Maurice Ronet, sarà nelle sale cinematografiche italiane dal 4 aprile.

Prendi una storia d’amore, aggiungici un omicidio, condisci con una dose abbonante di suspense e servi freddo con una spolverata di crudeltà: ecco la ricetta del noir d’amore di Louis Malle.

Il film è liberamente tratto dal romanzo Ascenseur pour l’échafaud di Noël Calef.

La storia sembra la solita. Lei, lui l’altro. Lei sposata ama, ricambiata, l’altro ma c’è lui, il marito, che intralcia la loro storia.

I due amanti che fanno? Decidono di eliminare “lui”. A rendere interessante il film è il modo in cui la storia è raccontata.

L’amore impossibile, la separazione insopportabile, la disperazione di non poter dividere momenti e spazi, sono angosce che il regista fa vivere anche allo spettatore.

Florence e Julien (Jeanne Moreau e Maurice Ronet) sanno di essere una cosa sola, ma il fato li divide.

Ed è in questa sofferenza che matura l’omicidio. Julien uccide il marito di Florence ma quando va via, rimane chiuso nell’ascensore.

Da questa “trappola” riuscirà a liberarsi solo al mattino. Nel frattempo, però, alcuni ladri avevano usato la sua auto per compiere una rapina nella quale restano uccisi due turisti tedeschi.

Julien non può scagionarsi perché il suo alibi è un altro delitto. Alla fine lo salverà da questa accusa la sua Florence ma a quale prezzo?

Il film, di là della trama, è cucito bene. Suggestive le passeggiate notturne dell’inquieto Julienne per le strade di Parigi accompagnato dalla tromba di Miles Davis.

Nel cast con Jeanne Moreau e Maurice Ronet, Georges Poujouly, Yori Bertin, Jean Wall, Elga Andersen e Lino Ventura.

Next Post

Clementino, un’operazione alle corde vocali lo costringe a una pausa

Una operazione del genere fa sempre paura, soprattutto a chi sulla voce ha costruito una carriera di successo, ma per fortuna, con i progressi della scienza, le operazioni alle corde vocali si concludono sempre più frequentemente con esiti felici, e quindi, se non proprio tranquilli, i tantissimi fans del giovane […]