Battisti e Mogol, le loro canzoni saranno “liquidate”

Pietre miliari della storia della musica italiana, e non solo, le canzoni firmate da Battisti e Mogol sono perle rare, e pure gli eredi saranno costretti a “liquidarne” i diritti.

Secondo quanto diffuso dall’agenzia Radiocor, i soci di Edizioni Musicali Acqua Azzurra hanno messo in liquidazione la società perché non hanno trovato l’accordo per proseguire l’attività.

I soci in questione sono la Universal Music Publishing Ricordi che fa capo a Vivendi di Vincent Bollorè (che detiene il 35 per cento), la Aquilone srl della vedova di Battisti, Grazia Letizia Veronese, e del figlio Luca, in quota paritetica al 56 per cento, e di L’altra metà srl, controllata all’89 per cento da Mogol, al 10 per cento da Alfredo Rapetti e all’1 per cento da Carolina Rapetti.

La richiesta ai liquidatori è quella di promuovere “la vendita in blocco” entro il dicembre 2017 onde evitare di svalutarne il prezzo di realizzo vendendo canzone per canzone. Acqua Azzurra ha chiuso il bilancio 2015 con un valore della produzione di quasi 800mila euro e utili per 510mila euro (circa 780mila euro e 536mila euro nel 2014).

Con la vendita del catalogo di Battisti-Mogol detenuto da Acqua Azzurra e ora in liquidazione, gli altri soci avranno molto meno controllo sullo sfruttamento di quelle canzoni, ma continueranno a riceverne i proventi.

Next Post

Ufo nero, bambina in aereo avvista astronave aliena

Ufo nero a forma di astronave aliena avvistato da bambina mentre era in aereo. Ne capitano di tutti i colori con questi ufo, anche che sono avvistati dalle bambine mentre stanno tranquille in aereo. Lo ha raccontato David Woodward alla Manchester Evening News. David racconta che era in volo da […]
Ufo nero, bambina in aereo avvista astronave aliena