Bionde belle ma stupide? Uno studio sfata questo mito

Il famoso pregiudizio che vuole le donne bionde “belle, ma stupide” è da sempre mal riposto, perché il colore dei capelli non può di certo stabilire se una donna è “oca” o un genio, ma per i più scettici, che credono ciecamente all’immaginario collettivo che ha visto le più belle donne dalle chiome dorate sempre e solo come “bambole”, la scienza ha deciso di dimostrare l’inesattezza di questo detto.

Ne è emerso che le bionde non solo non sono affatto stupide, ma sono perfino più intelligenti delle brune e delle rosse. A rivelarlo sono stati i ricercatori della Ohio State University, in uno studio pubblicato su Economics Bullettin.

Lo studio, condotto su 10mila persone, ha esaminato i dati del National Longitudinal Survey of Youth 1979, una ricerca statistica effettuata negli Stati Uniti che ha coinvolto ragazzi e ragazze tra i 14 e i 21 anni. Nel 1980 venne chiesto ai volontari di svolgere l’Armed Forces Qualification Test, utilizzato anche dal Pentagono per determinare il grado di intelligenza delle reclute. Nel 1985, ciascuno dei ragazzi ha dovuto indicare il colore naturale dei propri capelli. Onde evitare pregiudizi razziali, nello studio sono stati esclusi gli afro-americani e gli ispanici.

I risultati del test hanno evidenziato che le donne dai capelli biondi avevano un QI medio di 103,2 rispetto a 102,7 di quelle con i capelli castani, 101,2 di quelle con i capelli rossi e 100,5 di quelle con i capelli neri, risultati analoghi anche nei confronti degli uomini biondi.

Tuttavia i ricercatori hanno tenuto a precisare che non è possibile creare una relazione genetica tra il colore dei capelli e l’intelligenza, difatti i risultati ottenuti contengono troppe variabili per dichiararne l’effettiva veridicità, forse le donne bionde prese in esame erano molto stimolate intellettualmente e conseguentemente potrebbe essersi trattato di un puro caso, dovuto più all’ambiente in cui ragazze e ragazzi erano cresciuti, inoltre la differenza di quoziente intellettivo tra le bionde e le altre ragazze non è significativa a livello statistico.

“Non credo che si possa dire con certezza che le bionde sono più intelligenti, ma si può sicuramente dire che non sono più stupide”, ha commentato Jay Zagorsky, autore dello studio.

Zagorsky ha ricordato che tali miti, come quello della bionda stupida, possono essere difficili da sfatare e possono avere un impatto negativo nella società come, ad esempio, nel mondo del lavoro, quando bisogna decidere per l’assunzione di nuovi dipendenti o nella concessione delle promozioni.

1 comment

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mya, il recruiting affidato a un robot

Il recruiting, processo di pre-selezione dei candidati in cerca di lavoro, da…

Il Moby Dick della Sardegna eccolo spuntare dalle acque

Qualcosa di immensamente bello, da ammirare e certamente difficile da incrociare, quantomeno…