Bob Dylan, standing ovation a Stoccolma per il Nobel

Eleonora Gitto

Standing ovation a Stoccolma per il Premio Nobel a Bob Dylan.

Nonostante Bob Dylan non ci fosse, nonostante abbia avuto un comportamento ambiguo e recalcitrante, nonostante comunque il cantautore non ci abbia fatto una bella figura, tuttavia alla consegna del Premio Nobel per la Letteratura c’è stata una standing ovation da stadio.

Il che non è male, tutto sommato. Perché vuol dire che la gente ha apprezzato, prima ancora che l’artista, i suoi lavori, cioè i contenuti, che continueranno a esserci anche quando Bob Dylan non ci sarà più. In fondo essere un mito è anche questo.

Delegata a ritirare il premio e a dire, anzi, a cantare qualcosa, è stata la sua amica e compagna di avventure musicali, Patti Smith.

Patti, emozionatissima, si è interrotta, poi ha ripreso a cantare, e alla fine ha avuto il riconoscimento che si merita pure lei, altra icona della musica statunitense e non solo.

Bob Dylan, nel suo biglietto di ringraziamento, ha scritto che precedenti impegni non gli consentivano di partecipare e che comunque si sentiva onorato di ricevere il Premio, particolarmente soddisfatto che anche le canzoni possano essere riconosciute come una delle forme della letteratura.

Ovviamente, ai precedenti impegni non ci ha creduto nessuno.

Next Post

iPhone 6S si spegne di colpo? Apple lo sostituisce gratis

Niente paura, se l’iPhone 6S si spegne di colpo, Apple lo sostituisce a costo zero con uno nuovo di zecca. Non c’è pace per le batterie degli smartphone. Dopo i ben noti e gravi insuccessi dei Samsung, ora i problemi, anche se meno gravi, arrivano addirittura dalla Apple, casa famosa […]
iPhone 6S si spegne di colpo? Apple lo sostituisce gratis