Briciole sul mare, un film da vedere e rivedere

Eleonora Gitto

Briciole sul mare di Walter Nestola è sicuramente un film da vedere, e per gli spunti di riflessione che offre, da rivedere più volte.

Il film racconta una storia tenera che si svolge in una realtà quasi fiabesca. Il protagonista è un pescatore del Salento sordomuto.

Lui adora andare con la sua barca in mezzo al mare ma più che pescare, ama lasciarsi il mondo con le sue inquietudini sulla terra ferma e rilassarsi circondato solo da tutto quell’azzurro.

Un giorno il nostro pescatore si addormenta sulla sua barca in si risveglia davanti a un’isola circondata da una luce accecante: la Sicilia.

Qui inizia il film. Da qui in poi è tutto un susseguirsi di immagini spettacolari, scenografie straordinarie e storie intriganti.

Primo spunto di riflessione che offre il film: lasciare le proprie radici per cercare fortuna altrove vincendo nostalgia e umiliazioni, oppure restare e investire su quelle radici trovando il coraggio e l’ottimismo per rimanere attaccati alla propria terra? C’è un tema più attuale di questo?

Altro spunto: nel film non si sono smartphone, pc, e altri strumenti tecnologici.

Forse il regista ci invia a riflettere su quanto la tecnologia stia inesorabilmente cambiando le nostre abitudini, su quanto siano state stravolte le relazioni sociali e umane.

Questa scelta è forse un invito a ritornare al passato o a far convivere la tecnologia con la nostra natura “umana” con la quale dovremmo ristabilire quel contatto vitale che altrimenti, persa fra chip e circuiti, lascerà il posto solo a relazioni artefatte?

Insomma il giovane regista pugliese Walter Nestola, pur essendo alla sua opera prima, ci coinvolge e in qualche modo ci sconvolge.

La costruzione del film è ineccepibile. Le scene sono state girate in parte mediterranea in Sicilia e Puglia, e in parte negli States, a New York City.

La sceneggiatura è stata curata da Guido Cerniglia e Walter Nestola, mentre le musiche sono state affidate a Loriana Lana.

La produzione è dello “Studio Chirco – Edizioni Musicali e Cinema – CREMA” di Marsala (TP).

Nel cast Sergio Friscia nei panni del pescatore, Walter Nestola, Lorena Noce, Nino Chirco, Enrico Chirico, Teruccia Zerilli, Giovanni Gerardi, Marcello Rimi, Pierpaolo Saraceno, Jonata Arata, Elena Pistillo, Giacomino La Vela, Stefano Martinelli, Francesco Nannini e Guido Cerniglia in un cameo.

Next Post

Miitomo, la prima app per smartphone di Nintendo

La nota casa di videogames Nintendo è finalmente approdata nel mondo degli smartphone, creando una nuova applicazione indirizzata ai dispositivi mobili. Il suo debutto nel settore non è stato però affidato ad un classico dell’azienda, ma ad un esperimento del tutto nuovo dal nome “Miitomo“. Miitomo è quindi la prima […]