Bruno Vespa, grave danno contro il suo vigneto in Puglia

Non si può sapere, al momento, se sia un mero attacco criminale o magari una ripicca di chi non ha digerito le sue ultime parole spese sul terremoto del centro Italia, che hanno scandalizzato in molti, ma quel che è certo è che il danno economico arrecato è alquanto rilevante.

Settanta ceppi delle vigne di primitivo coltivate nella vigna di Lizzano, in provincia di Taranto, di proprietà di Bruno Vespa, sono stati tagliati nella notte da persone non ancora identificate.

A quanto pare, i ceppi non sarebbero stati tagliati alla base, come solitamente avviene in casi del genere quando si vuole lanciare un segnale intimidatorio, ma, come si dice in gergo agricolo, ‘capitozzati’, ovvero recisi nella parte alta. Questo consentirebbe di recuperare i grappoli di uva già giunti a maturazione in questi giorni e pronti per la vendemmia.

Il giornalista ha un’idea ben precisa su chi possa essere il colpevole dell’accaduto, e ha specificato: “Si tratta evidentemente di opera di piccoli mafiosi locali. Ma stiano pur sicuri che non mi lascio intimidire”.

“Esprimiamo viva condanna per il vile atto ai danni di Vespa che stiamo seguendo nella sua attività di vitivinicoltore e promotore del territorio pugliese – afferma il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, anche lui vitivinicoltore – Le ragioni dovranno essere accertate dagli inquirenti. Resta il fatto che si tratta di un gesto che ha arrecato un danno a Vespa, ma anche all’immagine complessiva di una regione accogliente produttiva, laboriosa che non accetta in alcun modo episodi lesivi di un settore che è asset strategico per lo sviluppo di tutta l’economia pugliese”.

Next Post

Facebook, l'algoritmo che governa i Trending Topic ha toppato

Anche i big commettono errori: l’algoritmo che governa i Trending Topic di Facebook ha toppato alla grande. A quanto pare anche la locuzione latina “errare humanum est” deve fare i conti con la tecnologia perché anche le macchine sbagliano. E quando sono queste a commettere errori, conseguenze possono essere davvero […]
Facebook, l'algoritmo che governa i Trending Topic ha toppato