Caldo torrido, le mucche ne risentono e non producono latte

Che il caldo abbia raggiunto temperature al limite della sopportazione è cosa facilmente verificabile: ormai si boccheggia anche sotto i condizionatori ed uscire di casa nelle ore centrali della giornata è un vero e proprio suicidio.

Ma a risentire delle temperature record, non sono solamente gli uomini: anche i nostri amici animali soffrono e non poco, soprattutto quelli abituati ad habitat ben diversi dal nostro, come si può vedere negli zoo, e gli animali da allevamento, che hanno dimezzato la loro produzione.

Secondo Coldiretti, le mucche della Lombardia ad esempio hanno prodotto 20 milioni di litri di latte in meno dello scorso anno a causa dello stress dovuto al caldo: a livello nazionale il calo è di 50 milioni di litri di latte nei soli primi quindici giorni di luglio.

Le mucche per resistere al caldo bevono fino a 140 litri di acqua al giorno, contro i 70 litri bevuti normalmente, cosa che non giova certo al loro equilibrio e benessere psico fisico.

Se nei pollai si è già registrato – precisa la Coldiretti – un calo fra il 5 al 10 per cento nella deposizione delle uova, per le mucche il clima ideale è fra i 22 e i 24 gradi ed oltre questo limite gli animali mangiano poco, bevono molto e producono meno latte mentre per i maiali sono stati accesi i condizionatori per evitare che le temperature sfondino la soglia dei 28 gradi oltre la quale gli animali cominciano a soffrire e a mangiare fino al 40 per cento in meno della razione giornaliera.

Next Post

Sgominato a Cuneo giro di prostituzione con ragazze cinesi

Rendeva oltre 200mila euro al mese il giro di prostituzione scoperto dai carabinieri del Comando provinciale di Cuneo: in tempo di crisi le associazioni criminali “fatturano” fior fiori di quattrini, stavolta con la tratta di donne cinesi. Quindici le persone arrestate: sono accusati di aver reclutato decine di ragazze in […]