Carlo D’Angiò celebrità e artista non solo napoletano

Un altro pezzo della storia napoletana che se ne va, un sentito addio da dare ad un altro dei pochi artisti, dopo Pino Daniele, che sapeva raccontare la storia di una città, di una regione, ancora troppo martoriata ma ricca di tesori e di una cultura inestimabile.

Si è infatti spento Carlo D’Angiò, compositore e studioso della tradizione musicale partenopea. Noto per i suoi trascorsi al fianco di personaggi come Eugenio Bennato e Teresa De Sio, D’Angiò è a lungo stato uno dei punti di riferimento per il folk, la musica tradizionale di Napoli, patrimonio italiano capace come pochi altri di seguire un proprio originale percorso.

Fondatore della Nuova compagnia di canto popolare, la sua musica non si è mai persa rimanendo negli anni sempre attuale, tanto che i giovani di oggi ascoltano diverse sue realizzazioni.

D’Angiò è morto a 70 anni, vinto da un tumore che se l’è portato via in pochi mesi. L’ultima apparizione pubblica alla Feltrinelli di Napoli, pochi mesi fa, per il lancio di “Enneenne”, l’album degli Almamegretta in cui toccava proprio a lui dividere con Raiz le linee di canto di «Musica popolare», invito ad uccidere il folk prima di restare uccisi da puristi e purismi.

Ne corso della propria carriera in realtà D’Angiò ha pubblicato solamente un unico album in qualità di cantante solista, Viva il Sud del 2011, composto da due dischi pieni di partiture originali ma anche di classici intramontabili.

“Attraverso la musica e con assoluta sensibilità Carlo D’Angiò ha rappresentato un ponte tra passato e futuro per l’identità meridionale e napoletana. Ha raccontato magistralmente il brigantaggio, le Quattro giornate fino ad immaginare e rendere tangibile una società e una cultura costituita ieri come oggi da tutti i popoli del Mediterraneo. Oggi Napoli piange un artista assoluto. Senza confini. Ciao Carlo”, il commento sentito del sindaco Luigi De Magistris.

Next Post

Beyoncé, concerto rimandato per problemi alle corde vocali

Ieri sera avrebbe dovuto incantare il New Jersey con la sua voce meravigliosa, ma i suoi fans per ascoltarla live dovranno stavolta pazientare un mese: su consiglio dei medici, Beyoncé ha infatti deciso di rimandare il concerto a causa di alcuni problemi alle corde vocali. La cantante statunitense è stata costretta quindi […]