Civiltà aliene: Esiste una piramide sepolta su Marte
Civilta aliene Esiste una piramide sepolta su Marte

Alcuni cacciatori di alieni credono di aver trovato un’antica piramide su Marte, citando le foto dei rover della NASA come prova.

Tra i tanti cacciatori di ufo, Scott C Waring è uno dei più gettonati, lui è fermamente convinto che il Pianeta Rosso un tempo ospitasse avanzate civiltà aliene. 

Nella sua ultima scoperta, Waring afferma di aver trovato prove di una piramide e di due volti alieni sepolti nelle sabbie color ruggine di Marte. La scoperta ha suscitato un certo entusiasmo tra gli appassionati di UFO che credono che potrebbe essere tutto molto vicino alla realtà.

Waring ha condiviso la sua scoperta sul suo blog ET Data Base, dicendo: “Stavo guardando una foto panoramica di Marte quando mi sono imbattuto in due grandi teste e forse una terza l’una vicino all’altra“.

Poi davanti a una testa ho visto una piramide. La piramide ha quattro lati e perfettamente bilanciata su ogni lato“.

Nel corso del tempo è stata sotterrata nelle sabbie e su un lato della piramide è quasi interamente sotto la terra, ma possiamo ancora vedere i suoi magnifici dettagli.

La presunta piramide sepolta su Marte (foto@Nasa/ETDATABASE)

La presunta piramide aliena può essere vista in uno scatto panoramico di Marte ottenuto dal rover Mars Curiosity della NASA.

La parte in primo piano di Marte è conosciuta come Elsie Mountain e le immagini sono state scattate su sol – giorni marziani – 364 e 349.

Direttamente dietro la roccia triangolare e alla sua sinistra ci sono due massi che Waring pensa siano volti alieni.

Conferma: “I volti sono molto primitivi nel design. Un volto ha un elmetto e due lunghe orecchie sporgenti e un volto con due occhi e un naso“.

Il dettaglio della scultura è scadente, ma chi sono io per giudicare ciò che è bello o no nella loro cultura marziana. C’è anche un’altra faccia all’estrema sinistra“.

Davanti alla roccia, Waring ha detto che c’è un’altra faccia aliena che sembra incompiuta.

Il cacciatore di UFO ha anche condiviso le sue scoperte su YouTube, dove le persone hanno discusso della legittimità delle sue affermazioni.

Un utente ha detto: “Quella faccia sembra asfaltata. Come se fosse cotta, anche se lì fa freddo.

Ma non tutti erano convinti dalle foto della NASA.

Uno dei tanti scettici afferma: “Sembra una foto scattata nel New Mexico con un filtro Photoshop. Come le altre immagini false di Marte.

Un’altra persona ha confermato quello che in realtà sostengono gli esperti: “Stai semplicemente vedendo ciò che vuoi tu“.

È probabile che esista una spiegazione naturale e perfettamente ordinaria per le affermazioni di Waring: la pareidolia.

Pareidolia è una tendenza del cervello a vedere forme e schemi riconoscibili dove non esistono.

L’astronomo Larry Sessions ha scritto per EartSky.org: “Hai mai visto il proverbiale coniglietto in una macchia di nuvole, o la faccia di un clown nel fango schizzato sul lato della tua auto?

Vedere oggetti o motivi riconoscibili in oggetti o motivi altrimenti casuali o non correlati è chiamato pareidolia“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Apple si espande sul fronte salute e acquisisce Gliimpse

La Apple, si sa, è sempre in cerca di nuovi spunti per…

Gli Ufo fanno parte di un programma spaziale segreto americano

Mike Bara, autore di best seller, è stato intervistato dal New York…