Codice neurale dell’amore, scoperto il meccanismo che regola l’innamoramento

Pensavate che l’amore è fatto di affinità, di incontri fortunati, di condivisione e di sdolcinato romanticismo?

Beh a quanto pare vi sbagliavate perché, come accade per quasi tutte le cose che popolano questa nostra terra, anche l’amore è riconducibile a una formula, un meccanismo che in soldoni riesce a decidere se un amore sarà quello della vita o solamente un fuoco di paglia destinato a spegnersi nel giro di una stagione.

Tutto questo perché la fonte dell’amore non è nel cuore ma nel cervello. Ne sono convinti i ricercatori americani che hanno decifrato il “codice neurale dell’amore”.

I neuroscienziati del Centro Silvio O. Conte per l’Ossitocina e la cognizione sociale dell’Emory University hanno scoperto un collegamento chiave tra alcune aree del sistema di ricompensa del cervello, che promuove i legami a coppia.

In pratica, il collegamento nervoso rafforza la comunicazione tra aree interne ai circuiti della gratificazione e del piacere, e tanto più funziona, tanto più stimola la formazione di un rapporto di coppia stabile e duraturo.

Gli esperti hanno studiato le connessioni nervose delle femmine di arvicola, in particolare tra corteccia prefrontale (area decisionale) e nucleo accumbens (centro nevralgico della gratificazione e del piacere). Hanno visto che tanto più è attiva la comunicazione tra le due aree, tanto più velocemente la femmina sviluppa una relazione con il maschio.

Nello studio si è anche visto che, quando i ricercatori hanno aumentato la comunicazione tra le aree del cervello utilizzando impulsi di luce, le femmine hanno aumentato le attenzioni verso i compagni, dimostrando così in modo ulteriore l’importanza dell’attività di questo circuito per la coppia.

Questo studio è il primo a dimostrare che la forza della comunicazione tra le parti di un circuito corticostriatale nel cervello predice quanto rapidamente una arvicola della prateria si legherà al suo partner.

 

Potrebbero interessarti

Aragosta, in Svizzera non si potrà più bollire viva

L’Aragosta è una delle specialità più apprezzate dai buongustai e tavola e…

La dieta e i legami con la menopausa: nuovi studi li rivelano

Ci sono molti fattori che possono prevedere in quale periodo della nostra vita…

Zucchero ecco il nuovo disinfettate per il nostro corpo

Il “grasso” era considerato un problema importantissimo negli ultimi decenni, ma lo…

Trattamenti estetici con tossina botulinica: anche per il 2017 saranno i più richiesti negli USA e non solo

La tossina botulinica si conferma, anche dai dati forniti dagli Usa per…