Come superare la fobia del dentista grazie alle giuste cliniche odontoiatriche

Redazione

La fobia del dentista è una paura attribuita più che altro all’infanzia, ma in verità colpisce gran parte della popolazione di ogni età, concentrandosi anzi più tra gli adulti. Chi ne soffre potrà osservare comportamenti generati dall’ansia come l’impossibilità di dormire prima di una vista, nausea o forti emicranie, fino al vero e proprio rifiuto di sottoporsi ad una qualsiasi visita. Questa fobia tuttavia può essere superata iniziando a riconoscere le cause che l’hanno scatenata e ovviamente prendendo le giuste precauzioni, come ad esempio lavorare sulla motivazione per cui ci si sottopone a determinate visite e naturalmente scegliere con estrema cura le cliniche odontoiatriche a cui ci si affiderà, informandosi a fondo sul lavoro dei professionisti che lavoreranno su di noi.

Ma perché nasce questa paura? Le motivazioni possono essere di diverso tipo, solitamente le più frequenti sono la paura del dolore, pessime esperienze pregrese, in ultimo ma non per ultimo, un cattivo rapporto col proprio dentista. Questo è sicuramente il fattore su cui si può avere da subito maggior controllo, non bisogna vergognarsi ad ammettere che il dottore che ci sta curando non fa al caso nostro e, per quanto questo possa essere bravo, la componente umana è indispensabile per poter mitigare l’ansia. Certe volte inoltre, conoscere troppo a fondo il proprio dentista non aiuta affatto poiché si riesce ad associare troppo facilmente quella persona con ipotetici momenti di rabbia da questa vissuti, ed in questo modo la paura non farà altro che lievitare.

Come superare le proprie paure: odontoiatri in aiuto

Proprio per questo motivo le cliniche odontoiatriche mettono a disposizione più operatori, in modo che il paziente possa scegliere in tutta tranquillità da chi farsi seguire, potendo contare non solo sulla professionalità dei dentisti ma prendendo in considerazione anche il loro approccio personale. Per superare questa paura infatti, la cosa migliore è avere a che fare con persone che capiscono come metterci a nostro agio, c’è ad esempio chi apprezza il sentirsi “coccolato”, chi vuole che gli si spieghi qualsiasi cosa, quello che si sta facendo, a cosa servono determinati strumenti e quanto durerà i loro utilizzo, infine altri ancora non vogliono assolutamente conoscere alcun dettaglio e preferiscono rimanere concentrati su altro.

Molte cliniche odontoiatriche stanno iniziando a mettere in atto vere e proprie strategie di controllo dell’ansia del paziente. Sempre più spesso ad esempio capita di trovare carta e penna a disposizione in sala d’aspetto, con le quali l’odontofobico in questione può mettere nero su bianco le proprie paure e sensazioni, chiarendo così alcuni punti e potendo iniziare a lavorarci e tenerli sotto controllo. Inoltre è bene scegliere col proprio dentista di fiducia delle date in cui andare a fare delle sedute di controllo, prendendo appuntamento anche molto tempo prima in modo da avere il tempo di abituarsi all’idea e poter contare su un sorriso splendente senza troppi drammi.

In ultimo, un consiglio che può sembrare scontato ma che è sempre prezioso, è quello di non andare mai da soli ma farsi accompagnare dal dentista da una persona che tipicamente ci mette di buon umore, una buona risata aiuta sempre a stemperare anche le emozioni più forti!

Next Post

Babbo Natale non dovrebbe essere un uomo, ecco perchè

Babbo Natale dovrebbe essere una donna o al massimo “neutro”, questo è il nuovo stimolante dibattito. Secondo un sondaggio lanciato negli Stati Uniti e nel Regno Unito, un quarto degli intervistati ritiene che Babbo Natale debba essere riconosciuto come donna o neutrale rispetto al genere umano, ma non tutti sono […]