Coronavirus in Italia, lo aveva predetto Nostradamus?
Coronavirus in Italia lo aveva predetto Nostradamus

Il Coronavirus ha infettato più di 1.000 persone in Italia, innescando il più grande focolaio di COVID-19 in Europa, ma questo focolaio è stato predetto da Nostradamus quando scrisse di una “grande piaga” in Italia?

Il coronavirus si è diffuso in almeno 67 paesi dal dicembre dello scorso anno e ha infettato oltre 87.000 persone in tutto il mondo. (COVID-19), che è apparso per la prima volta nella città cinese di Wuhan, ha recentemente trovato un forte punto d’appoggio in Italia .

A partire da domenica 1 marzo, almeno 1.128 persone in tutto il paese sono risultate positive al virus SARS-CoV-2.

Con il mondo che lotta per contenere l’epidemia, voci bizzarre e teorie del complotto sull’origine del virus si sono diffuse su Internet.

Gli utenti dei social media hanno stranamente affermato che l’epidemia era stata predetta dal farmacista e scrittore del XVI secolo Michel de Nostredame, meglio noto come Nostradamus.

Una persona ha twittato: “Grandi sviluppi pazzi. Tensioni in aumento in Medio Oriente. #Pandemia di coronavirus in tutto il mondo, che si diffonde come un incendio.

I mercati azionari in caduta libera … l’impatto sarà devastante. Un veggente, Nostradamus predisse queste circostanze disastrose e catastrofiche. Tempi spaventosi …

Ted Wade ha anche twittato: “Guardando Nostradamus, ha predetto che il terzo anticristo è già arrivato e che i giorni e l’apocalisse sono già alle porte.

Qualcuno ha pensato che: 1- Trump è l’anti Cristo? 2- Il coronavirus è l’inizio dell’apocalisse?

Un’altra persona ha detto: “#Nostradamus in Century 2:53, avverte: ‘La grande piaga della città marittima. Non cesserà fino a quando non sarà vendicata la morte. Del giusto sangue, condannato per un prezzo senza un crimine. #coronavirus

Gli scritti di Nostradamus vengono spesso interpretati in modo errato (Foto@Wikipedia)

Ma ci sono prove dietro le pseudo affermazioni di Nostradamus?

Il mistico francese scrisse le sue criptiche profezie in poesie a quattro righe conosciute come quartine.

La maggior parte delle quartine di Nostradamus furono scritte nel suo Magnum Opus Les Propheties del 1555.

In una delle sue quartine, il profeta del XVI secolo avvertì di una pestilenza che colpì un certo numero di città in Italia.

Secolo III, Quatrain 75 recita: “Pau, Verona, Vicenza, Saragozza,

Da spade lontane terre bagnate di sangue:

Molto grande verrà la peste con la grande conchiglia,

Rilievo vicino e rimedi molto lontani.

In un’altra quartina, Nostradamus menzionò una “grande peste” e la città italiana di Lucca.

Secolo III, Quatrain 19 recita: “A Lucca arriverà a piovere sangue e latte,

Poco prima di un cambio di pretore:

La grande peste e la guerra, la carestia e la siccità saranno rese visibili,

Lontano dove moriranno il loro principe e rettore.

La peste viene menzionata anche in relazione alla Francia, dove più di 100 persone si sono ammalate di COVID-19.

Nostradamus scrisse in Quatrain 56: “Montauban, Nimes, Avignon e Beziers,

Peste, tuoni e grandine sulla scia di Marte:

Del ponte di Parigi, muro di Lione, Montpellier,

Dopo seicento e sette segnano tre coppie.

Secondo Brian Dunning, autore e conduttore del podcast Skeptoid, non c’è nulla di profetico negli scritti di Nostradamus.

Ha detto: “Gli scritti di Nostradamus sono sfruttati in vari modi fallaci.

Traduzioni ambigue e sbagliate, interpretazioni” creative “, scritti ingannevoli, resoconti fittizi e la rottura di codici inesistenti nelle sue quartine contribuiscono a un vasto corpus di lavori, tutto sbagliato e molte volte più grande di tutto Nostradamus mai realmente scritto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Test: Trova l’emoji diversa in 10 secondi

Meno di 10 secondi a disposizione per trovare il simbolo, o per…

Scienziati scoprono strane onde circolari nello spazio

Onde radio circolari inspiegabili sono state rilevate dal telescopio Array Pathfinder e…