Covid-19: Come si recupera pian piano l’olfatto

Redazione

Secondo uno studio condotto del Foch Hospital di Suresnes, fino al 70% dei pazienti con Covid-19 soffre di una perdita dell’olfatto moderata o grave. Questo studio, che da marzo segue una coorte di 2.500 pazienti reclutati da 18 ospedali europei, mostra che la perdita dell’olfatto dura in media 22 giorni.

Covid-19 Come si recupera pian piano olfatto

La causa esatta di questo sintomo, chiamato anosmia, non è ancora nota. Una delle ipotesi principali è l’infezione delle cellule dell’epitelio nasale che supportano i neuroni olfattivi. I ricercatori italiani hanno anche notato che alla perdita dell’olfatto corrisponde un aumento di una molecola pro-infiammatoria chiamata interleuchina-6. Ci sono anche differenze tra i sessi (le donne sono meno colpite degli uomini) e le etnie, il che suggerisce una causa genetica .

Anche se la perdita dell’olfatto può sembrare un sintomo relativamente innocuo, è molto invalidante nella vita di tutti i giorni. Perché la perdita dell’olfatto porta generalmente anche alla perdita e al deterioramento del gusto: i pazienti lamentano che tutti i cibi hanno il sapore di “cartone” e che alcuni cibi hanno un sapore disgustoso. L’anosmia può anche avere conseguenze molto più gravi. Uno studio del 2014 ha dimostrato che le persone con anosmia hanno il doppio delle probabilità di mangiare cibo avariato, essere avvelenate da una fuga di gas o essere esposte a un incendio . La perdita dell’olfatto può anche portare a carenze nutrizionali.

Come possiamo recuperare l’olfatto?

Nella fase acuta può essere prescritto un trattamento antinfiammatori . Il budesonide, un potente steroide topico che uno studio della Stanford University ha mostrato risultati migliori nelle persone che hanno perso l’olfatto per più di sei mesi dopo l’influenza. Ma per stessa ammissione dei rinologi, i risultati non sono sbalorditivi.

Per la maggior parte dei pazienti, il trattamento principale consiste nel “allenare” il loro olfatto, ad esempio con oli essenziali , saponi, una serie di odori o assaggiando diversi sapori (cioccolato, pompelmo, menta …).

Allenarsi più volte al giorno ad associare gli odori annusando il caffè mentre guardi la tazza“, consiglia il rinologo, ad esempio. “Anche se all’inizio non senti nulla, permette al tuo sistema olfattivo di riprendere gli odori e creare un’associazione nel cervello“. Frutta e verdura, ricche di antiossidanti, ovvero vitamine B9 e B12, ti permetterebbero anche di recuperare meglio il tuo olfatto.

Next Post

Linfonodi: Dopo la vaccinazione Covid può esserci gonfiore

Dopo la vaccinazione, i linfonodi possono essere gonfi. Niente di più normale poiché è in questi organi linfoidi secondari che si attiva la reazione immunitaria, in particolare attraverso i meccanismi di presentazione dell’antigene. Pochi giorni dopo l’iniezione del vaccino, tornano alle dimensioni normali. Tuttavia, i linfonodi possono anche apparire gonfi […]
Linfonodi Dopo la vaccinazione Covid puo esserci gonfiore