Cuori solitari, app galeotte per incontrarsi e innamorarsi

Eleonora Gitto

Sono sempre di più i single che si incontrano grazie alle più svariate app dedicate ai cuori solitari che in un anno sono passate da 500 a 5 mila.

Anche l’amore si fa tecnologico e frenetico. Chi vuole perdere più tempo a cercare, corteggiare, fissare appuntamenti, aspettare l’occasione giusta? Nel terzo millennio il tempo va ottimizzato perciò anche per “innamorarsi”, c’è l’app giusta.

A conferma di quanto detto arriva il dossier di IbisWorld nel quale si legge che, a oggi, nel mondo si contano oltre 4500 “programmi” per conoscersi, o per “rimorchiare” per i più prosaici. Solo un anno fa se ne contavano solo 500.

Come funziona questo nuovo modo di “incontrarsi”? In modo molto semplice: basta installare l’applicazione scelta che in genere, si scarica gratuitamente.

Il GPS geolocalizza lo smartphone mostrando tutti gli iscritti alla stessa app che si trovano nei dintorni.

Le app per gli eterosessuali più scaricate sono Tinder, Pof e Happn.

Per i gay invece vanno alla grande Grindr, Hornet e Scruff. In particolare, si legge sempre nel dossier, solo “Pof” conta oltre 66 milioni di iscritti e gli incontri che si realizzano l’anno sono circa un milione.

Secondo Match Group, proprietaria di Pof e di Tinder, il quale ultimo conta oltre 40 milioni di profili, nel 2011 c’erano 360 milioni di single nel mondo nel 2016 il numero è balzato a 511 milioni. Tra due anni si stima che i cuori solitari saranno 672.

Un business miliardario, dunque, perciò, in molti ambiscono ad avere la loro parte. Ecco spiegato il perché di tante applicazioni super “targetizzate”, create su misura per le caratteristiche degli svariati fruitori.

E così ci sono le app per JDate o JSwipe per gli ebrei, ChristianMingle per i cristianie, Salaam-Swipe o muzmatch per i musulmani e così via.

E poi ancora app specifiche per gli ove 50 e per single con hobby particolari per quanti non vogliono solo trovare l’amore ma anche che la futura dolce metà abbia la sua stessa passione. E tutta questo con buona pace del romanticismo. O no?

Next Post

Mariah Carey presenta ufficialmente i figli al nuovo compagno

Se nei mesi scorsi si poteva pensare ad una semplice infatuazione per un ragazzo più giovane e considerato dalla stampa un “toy boy”, oggi invece bisogna fare i conti con la realtà e un rapporto consolidato da parte di Mariah Carey e Bryan Tanaka. I due infatti sembra stiano facendo […]
mariah carey presenta i figli a bryan tanaka